Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Addio al fischietto benemerito Franco Pieralisi, l’arbitro jesino si è spento a 71 anni

Combatteva contro una terribile malattia che non gli ha lasciato scampo. Giovedì 31 dicembre il funerale a San Massimiliano Kolbe

La divisa dell'Associazione nazionale Arbitri

JESI – L’ultimo addio all’arbitro benemerito Franco Pieralisi, fischietto di livello nazionale, scomparso all’età di 71 anni. Originario di Monsano, ma da molti anni residente a Jesi, una carriera lunghissima fatta di passione, moderazione e generosità, Franco ha arbitrato importanti match di livello nazionale, conquistando grazie alla sua esperienza, il cuore degli arbitri più giovani che lo guardavano come un esempio da seguire in campo e fuori.

Franco Pieralisi, che proprio quest’anno ha celebrato i 50 anni di appartenenza alla sezione Arbitri di Jesi, si è spento martedì pomeriggio all’ospedale “Carlo Urbani” dove era ricoverato da qualche giorno a causa dell’aggravarsi improvviso delle sue condizioni di salute. Combatteva da diverso tempo contro una terribile malattia che purtroppo non gli ha lasciato scampo. La salma è stata composta alla Sala del Commiato di Ciccoli e Brunori (via don Battistoni 2/a nella zona industriale di Jesi), dove fino a questa sera 30 dicembre alle 19,30 sono possibili le visite alla camera ardente. Il funerale sarà celebrato domani, giovedì 31 dicembre, alle ore 15, con rito cattolico presso la chiesa parrocchiale di San Massimiliano Kolbe, poi l’ultimo viaggio verso il cimitero comunale per la tumulazione. Franco Pieralisi lascia nel dolore la moglie Luciana Giangiacomi e i figli, il fratello e gli ex colleghi della sezione Arbitri Aia di Jesi che hanno partecipato al lutto con un necrologio.

Franco Pieralisi, arbitro benemerito, si è spento a 71 anni

La famiglia ha promosso una raccolta fondi durante la cerimonia funebre per ricordare Franco, da devolvere all’Istituto oncologico Marchigiano Iom di Jesi e Vallesina. Commosso il ricordo della sezione Arbitri di Jesi. «Senza atteggiarsene né tanto meno darlo a vedere – lo ricorda il Presidente Aia Jesi Riccardo Piccioni – Franco è stato un maestro per tanti di noi. Un uomo di grande equilibrio, la cui opera è stata tanto preziosa negli anni. Ci lascia un caro amico». Tantissimi i messaggi di cordoglio pervenuti sia alla sezione jesina che ai familiari in cui vengono ricordate le doti di grande umanità di Franco, la sua gentilezza e umiltà, caratteristiche che lo rendevano un esempio davvero per tanti e un pilastro della sezione jesina. Un’altra perdita durissima per la sezione Arbitri che appena l’8 dicembre aveva salutato con commozione l’ex presidente Franco Gasparetti, mancato per una malattia.