Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Accademia Erard “La Marca Harmonica”, qui nasce la musica antica

Ospitata presso l'ex monastero di Santa Caterina a Cupramontana, l'Accademia è l'unica del centro Italia specializzata nella revisione, editazione e pubblicazione di partiture di autori marchigiani antichi.

La presentazione dell'Accademia Erard

CUPRAMONTANA- È l’unica accademia del centro Italia dove nasce la musica antica, classica e barocca. Non poteva che chiamarsi Erard, in omaggio alla moglie di Gaspare Spontini, l’Accademia da cui nasceranno melodie ma anche strumenti antichi.

È stata inaugurata sabato, presso l’ex Monastero di Santa Caterina, in via Nazario Sauro 20, al centro di Cupramontana, grazie alla collaborazione tra il Comune di Cupramontana e Astralmusic, accademia di musica e agenzia di consulenza artistica e produzione discografica. Tra le principali peculiarità dell’Accademia Erard vi è il centro di ricerca dedicato alla revisione, editazione e pubblicazione di partiture di autori marchigiani mai eseguite in epoca moderna. Le esecuzioni delle opere, grazie all’Ensemble Accademia Erard, si intendono con strumenti storici, barocchi e classici sia originali sia fedelmente realizzati all’interno dell’Accademia. All’interno dell’Accademia Erard, infatti, saranno costruiti ex novo o restaurati strumenti ad arco: violini, viole, violoncelli, contrabbassi, viole d’amore, viole da gamba. Parte integrante dell’Accademia è l’Istituto Regionale dei Mestieri dell’Arte che prende l’avvio con la Scuola di Liuteria del maestro Giuseppe Quagliano, unica nella regione Marche.

La sede Accademia Erard di Cupramontana
La sede dell’Accademia Erard di Cupramontana


«Oggi è una giornata molto importante – dice Luigi Cerioni, sindaco di Cupramontana – il progetto dell’Accademia Erard mi rende orgoglioso di Cupramontana perché valorizza la storia, le idee e guarda al futuro. L’Accademia è nata in modo quasi naturale: visto la ricchezza che abbiamo, tra cultura musicale del territorio, testimonianze scritte, maestranze, spartiti originali del nostro illustre concittadino Don Niccolò Bonanni (1737 – 1821), c’era la necessità di mettere tutto questo insieme per non disperdere la nostra storia. È un progetto molto ambizioso ma è necessario che sia così. Il progetto dell’Accademia è un progetto giovane, per i giovani di Cupramontana e per coloro che abitano nei nostri borghi perché capace di aprire le porte nel mondo del lavoro e lavorare insieme con tutto il territorio. Quello che conta sono le persone e il valore delle loro idee».

La presentazione dell’Accademia Erard


Le finalità dell’Accademia

Tra le finalità dell’Accademia ci sono la riscoperta dei mestieri legati al mondo musicale e la pubblicazione di opere inedite. Il centro di ricerca dell’Accademia è dedicato alla revisione, editazione e pubblicazione di partiture di autori marchigiani mai eseguite in epoca moderna. «Un progetto nato anni fa dalla ripetuta constatazione della vitalità culturale e musicale della nostra terra tra ‘700 e ‘800. Una cultura diffusa, non solo per i numerosissimi compositori, ma per capacità esecutive e fruitive – sottolinea Luca Delpriori, responsabile Edizioni Archivio Storico Musicale Accademia Erard – realtà ben nota agli storici ma ancora non arrivata alla popolazione. Il proposito iniziale era gettare un ponte tra gli studi storici e la concretezza del recupero e dell’esecuzione».

«Abbiamo immaginato Cupramontana come una città artistica del vino e dal panorama favoloso, un bellissimo borgo ospitale che conserva ancora la sua tradizione storico artistica – aggiunge Graziano Tittarelli CEO di Astralmusic – il sindaco Luigi Cerioni ha coinvolto Astralmusic per la gestione dell’ex Monastero di S. Caterina, la struttura che ospiterà l’Accademia Erard – il connubio Astralmusic/Accademia Erard si è fatto reale grazie alla collaborazione con il maestro Cristiano Delpriori, direttore della sezione classica di Astralmusic Academy e si traduce con l’unione di due grandi tempi della musica, la musica antica e barocca e la musica pop. Il contenitore organizzativo, editoriale e discografico di Astralmusic, la riscoperta e trascrizione di tutto ciò che di inedito può nascondersi negli archivi storici di tutta la regione Marche grazie all’Accademia Erard, darà alla luce nuova musica, mai ascoltata prima, un viaggio nel tempo proiettato alle nuove generazioni. Fiore all’occhiello gli strumenti musicali d’epoca costruiti proprio all’interno dell’Accademia». Per poter essere fedeli all’epoca della musica studiata ed eseguita, all’interno dell’Accademia Erard saranno costruiti ex novo o restaurati strumenti ad arco: violini, viole, violoncelli, contrabbassi, viole d’amore, viole da gamba.


Nel cuore dell’Accademia Erard, l’Istituto Regionale dei Mestieri dell’Arte


Parte integrante dell’Accademia è l’Istituto Regionale dei Mestieri dell’Arte che prende l’avvio con la Bottega di Liuteria e la Scuola di Liuteria del maestro liutaio Giuseppe Quagliano, uniche nella regione Marche. Entro l’anno saranno avviati i corsi di formazione per Liutaio Costruttore e restauratore. «Liuteria è arte fatta di conoscenza e gesti antichi, un’arte che necessita di tempo e riflessione – spiega il maestro liutaio Giuseppe Quagliano – una scienza che si tramanda di maestro in maestro, fatta di sapere di tipo esperenziale che porta a creare opere d’arte in grado di tradurre in suono altre opere d’arte (musica). La lenta e progressiva rarefazione della funzione formativa della bottega artigiana fa nascere le prime scuole di liuteria, atte a trasmettere scienza e conoscenza intrisa di grande creatività contribuendo a vivificare il tessuto sociale ed economico del territorio». Verranno inoltre avviate altre scuole e botteghe: maestro Organaro e bottega degli strumenti storici a fiato. In programma anche la formazione per i mestieri più attuali legati alla multimedialità, video maker di scena, sound engeneer, passando per mestieri storici quali sarto teatrale, costumista, professore d’orchestra.

«Vogliamo iniziare questo percorso proprio partendo dal valore artistico e umano dei nostri artisti e studiosi come elemento fondante della nostra Accademia Erard – sottolinea Andrea Moncada segreteria artistica e direzione didattica – un progetto musicale e umano in cui continueremo a credere, e nel quale abbiamo profuso senza risparmio quegli elementi cardine che riteniamo essere da sempre fondamentali ed imprescindibili di ogni seria attività artistica: umanità, conoscenza e bellezza». Avviata anche una bella collaborazione con il Conservatorio Rossini di Pesaro che vede l’Accademia e il Conservatorio (patrocinante) uniti per un’importante iniziativa: la replica del Concerto diretto dal Maestro Turkovic con la partecipazione dell’Orchestra del Conservatorio ed il solista Giuseppe Ciabocchi.

Valorizzazione dei borghi

Tra le finalità dell’Accademia Erard, anche la valorizzazione dei borghi. «L’Accademia Erard, nata in uno dei borghi più importanti della provincia di Ancona e delle Marche, è un progetto di valorizzazione del territorio tramite la musica con strumenti settecenteschi e ottocenteschi in uno stupendo monastero di immenso valore artistico, che grazie a maestri artigiani verranno valorizzate le professionalità di giovani che vorranno intraprendere mestieri come quello del liutaio – sottolinea Sandro Zaffiri, presidente dell’Accademia Erard – Cupramontana è uno dei primi Borghi delle Marche che d’intesa con l’Amministrazione comunale, ed in modo particolare con il Sindaco Luigi Cerioni, ha condiviso il progetto dell’Accademia Erard. La valorizzazione dei Borghi dell’entroterra dovrà diventare un progetto regionale e nazionale affinché si possa intraprendere un percorso di ripopolamento di tutta la fascia dei Monti Sibillini: un progetto ambizioso e possibile».


Intermezzo musicale

La conclusione della giornata inaugurale con un intermezzo di opere eseguite con strumenti d’epoca a cura di musicisti considerati tra i più importanti esecutori della musica antica, barocca e classica: Francesco Chirivì (flauto traversiere); Angelo Bonazzoli  (contraltista); Renato Criscuolo (violoncello); Luca Delpriori (corno naturale); Paola Perrucci (arpa a pedali); Riccardo Lorenzetti (clavicembalo); Matilde Oppizzi (tiorba).

Il calendario di eventi


L’Accademia Erard “La Marca Harmonica” ha già un calendario di eventi e collaborazioni in atto. Si inizia il 28 agosto a Cupramontana al Teatro Concordia per un concerto con musiche di Bonanni, compositore importantissimo nella storia della musica in quanto maestro di Gaspare Spontini ed autore di pagine di grande spessore artistico. Il 21 ottobre poi il concerto dell’Orchestra del Conservatorio Rossini di Pesaro e Milan Turkovic, direttore. Tante le collaborazioni: con l’Associazione Culturale Filippo Marchetti di Camerino; il Concorso Internazionale CIMP, città di Pesaro; l’Organizzazione EUR-Impresa Lirica iscritta all’albo del Mibact di Pesaro e Catania; Ensemble nuove musiche di Savona. «Siamo stati finanziati dalla Regione Marche per il progetto presentato a sostegno delle aree colpite dal terremoto dal titolo “Virtuosismi dei Musici marchigiani alle corti e nei teatri del Settecento musicale Europeo: storia di un predominio artistico” – conclude Sandra Pirruccio, Direttore Generale dell’Accademia Erard – che vedrà realizzati cinque concerti nelle città di Macerata, Ascoli Piceno, Camerino, Corridonia, Fabriano; queste città hanno dato i natali ai più grandi “castrati” della storia della musica: Rauzzini, Velluti, Mancini, Annibali, Pacchierotti. In cantiere ancora molte iniziative tra cui la preparazione di un importante Concorso Internazionale per esecuzioni su strumenti storici».