Jesi, 200 mila euro di multe non pagate

A tanto ammonta la somma che il Comune deve riscuotere da quanti sono stati sanzionati per violazioni al codice della strada. Un cittadino su tre non paga

polizia-locale
La sede della Polizia Locale di Jesi in piazza Indipendenza

JESI – Un cittadino su tre non paga le multe della Polizia Locale. Nel 2018, su 623 mila euro di sanzioni complessivamente accertate, solo 423 mila euro sono state riscosse, equivalenti al 67%. L’anno prima, 2017, la percentuale di riscossione è stata addirittura più bassa: 54%. Inciviltà che impatta ovviamente sui conti del Comune, costretto a spendere ulteriori soldi per il recupero delle stesse.

Fra i servizi a domanda individuale, tanto per citare altri dati, solo i parchimetri e l’illuminazione votiva conseguono utili rispetto ai costi. Tutti gli altri, vale a dire asili nido, mense e trasporti scolastici, musei, teatri, impianti sportivi, non sarebbero sostenibili affidandosi solo ai relativi proventi. Ciò è ovviamente normale, trattandosi di servizi pubblici.

La spesa corrente del Comune ammonta a circa 33 milioni di euro annui. Il territorio di competenza è di 108 chilometri quadrati, 265 i chilometri di strade gestite, 1.196.481 i metri quadrati di verde pubblico a cui fare manutenzione, 29 gli impianti sportivi oltre a 21 aree attrezzate. 28, invece, le scuole.

Sono 230 i dipendenti di ruolo del Municipio. L’età media del personale è di 52 anni e solo il 24% è in possesso di laurea. Fra i dirigenti e i responsabili di servizio, questa percentuale sale al 76%. Le donne rappresentano il 53% dell’organico.