Centro Pagina - cronaca e attualità

HOME REGIONALE

Corinaldo, pronto il consiglio comunale

Nei prossimi giorni il sindaco Matteo Principi, sceglierà i suoi quattro assessori. Luciano Galeotti ed i tre consiglieri eletti nella sua lista sono pronti a fare opposizione

Matteo Principi al seggio

CORINALDO- Matteo Principi è stato rieletto sindaco di Corinaldo con l’82,3% dei voti. Il verdetto è arrivato la scorsa notte, pochi minuti prima delle 2. Principi si era candidato con la lista civica “Crescere è”, appoggiata dal PD e dal centro sinistra. “In movimento Corinaldo c’è”, lista civica presentata in extremis con candidato a sindaco il 51 enne Luciano Galeotti. La maggioranza sarà formata da Matteo Principi ed altri otto consiglieri. All’opposizione Galeotti e tre membri della sua lista. Nei prossimi giorni il sindaco Principi sceglierà i suoi quattro assessori.

Il nuovo assetto comunale

SINDACO: Matteo Principi

consiglio Corinaldo

MAGGIORANZA: 281 Giorgia Fabri (assessore uscente), 210 Giacomo Anibaldi (consigliere uscente), 199 Riccardo Silvi, 187 Rosanna Porfiri (assessore uscente), 164  Lucia Giraldi, 119 Daniele Galli, 117 Francesco Bruni, 111 Simone Orciari. Non eletti: 99 Camilla Mazzarini, 86 Mauro Montesi, 46 Federico Mencaroni, 34 Federica Giacomelli.

 

MINORANZA:  Luciano Galeotti (consigliere), 43 Riccardo Piermattei (consigliere), 22 Tamara Colombaroni (consigliere), 18 Adrio Testaguzza (consigliere). Non eletti: 14 Cristina Frulla. 10 Patrizio Buratti, 8 Claudio Sartini, 7 Emanuele Severi, 6 Angelina Popova, 4 Nino Mishelidze.

Il vincitore

«Questo è il risultato del lavoro di tutta la squadra – spiega Matteo Principi – La nostra è stata una campagna elettorale con un programma condiviso, passo dopo passo. Siamo felici che questo nostro progetto, che non è altro che la continuazione di quanto fatto in questi cinque anni, sia stato premiato dai cittadini. Corinaldo crede in noi e ci appoggia perchè tutti gli obiettivi che ci siamo posti possano essere raggiunti. Sono felice anche di avere ottenuto una maggioranza molto più ampia rispetto al primo mandato. Questo significa che abbiamo lavorato bene e continueremo a farlo, perchè siamo sulla strada giusta».

Lo sconfitto

«I numeri erano quelli che orientativamente pensavamo: tra i 350 e 400 consensi – spiega Luciano Galeotti – Ne abbiamo presi 410. Abbiamo raggiunto i primi nostri due obiettivi: evitare il commissariamento e garantire la democrazia. In quattro siederemo in consiglio comunale e siamo pronti a fare opposizione con l’appoggio dei tecnici di cui ci siamo avvalsi durante la campagna elettorale».