Centro Pagina - cronaca e attualità

Fermo

Fermo, 500 mila euro per la transizione digitale dal Pnrr

Serviranno per progetti legati al miglioramento ed all'implementazione dei servizi on line già attivi per il cittadino

FERMO – Comune di Fermo sempre più al passo con i tempi. Anche da un punto di vista dei servizi on line per il cittadino. In questo senso, facendo seguito ad un bando PNRR cui ha partecipato, all’Ente Comunale sono stati riconosciuti finanziamenti per 500 mila euro vincolati all’attuazione dei processi di transizione digitale. In parole semplici significa che con questi fondi il Comune potrà concretizzare progetti di miglioramento ed implementazione degli attuali servizi digitali offerti al cittadino per poterne così offrire una gamma sempre maggiore e tempestiva, in grado di raggiungere l’utente in tempi rapidi ed in modo ancor più efficace. A quanto già viene dato ai cittadini da un punto di vista dei servizi on line (vedi certificati anagrafici con lo Spid, modulistica, prenotazioni, ecc) con questo contributo sarà possibile, solo per fare alcuni esempi, attivare lo Spid per più settori comunali, estendere le notifiche in forma digitale, migliorare e potenziare il sito istituzionale.

Soddisfazione viene espressa dal Sindaco Paolo Calcinaro: «Un passo importante per un aspetto in cui in Italia si è ancora indietro e che potrebbe essere decisivo per migliorare i servizi on line anche per il Comune di Fermo. Fa piacere che le progettualità presentate dal nostro Comune siano meritevoli di ottenere il riconoscimento di fondi, in questo caso si tratta di risorse PNRR che, come noto, ci sono state attribuite anche per altri Settori e interventi per il nostro territorio comunale in questi ultimi due anni». 

A spiegare l’efficacia dei servizi che in questa forma potranno essere erogati grazie a questo bando PNRR è il Dirigente del Comune di Fermo del Servizio Informatico Comunale Saturnino Di Ruscio: «La partecipazione del Comune a questo avviso fa seguito all’approvazione da parte della Giunta Comunale dell’aggiornamento del piano triennale per la transizione digitale 2021-2023. L’Ente ha partecipato a cinque linee di azione del bando, vedendosi riconosciuto tale importo che attesta la bontà e la qualità dei progetti presentati, redatti con il contributo sempre qualificato degli uffici comunali e la supervisione del responsabile della Transizione Digitale dott. Francesco Michelangeli».

Una progettazione che fa comunque seguito ad un lavoro quotidiano e certosino avviato dagli uffici comunali e attivo già da tempo in questo settore, come diversi servizi comunali erogati in modo on line testimoniano. 

«Una parte di queste risorse – ha dichiarato il dott. Francesco Michelangeli, Dirigente Responsabile della Transizione Digitale – dovrà necessariamente essere destinata alla formazione del Personale che, dovendo utilizzare nuovi strumenti, necessiterà di nuove conoscenze. Inoltre, importanti saranno gli investimenti in merito alla sicurezza informatica, un aspetto oramai diventato strategico e fondamentale nel processo di digitalizzazione della PA».

In più l’Ente Comunale sta iniziando, proprio in quest’ottica, il passaggio alla telefonia VOIP con un sistema Cloud di ultima generazione capace di integrarsi a pieno con i processi di digitalizzazione.

Dunque, un nuovo, fondamentale passo verso il miglioramento della digitalizzazione, strumento in grado di offrire al cittadino comodamente da una postazione pc e da remoto servizi importanti, ottemperando in questo modo, anche in questo settore, al dettato normativo sulla efficacia, economicità e tempestività dell’azione della Pubblica Amministrazione.