Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Whirlpool: prenotazioni aperte per la campagna vaccinale ai dipendenti

La campagna vaccinale sarà effettuata il 2 e 3 luglio prossimi dalle 8 alle 12 all’interno dell’hub allestito a Fabriano dalla Macoma consulting srl, sotto il controllo dei due soci, Rossano Ricci e Simone Schiaroli

Simone Schiaroli e Rossano Ricci

FABRIANO – Via alle prenotazioni per la campagna vaccinale Covid in azienda per i dipendenti delle Marche della Whirlpool: sia di Fabriano, stabilimenti e sede impiegatizia, che di Comunanza. Una possibilità per tutti coloro che non hanno effettuato la prenotazione tramite il sistema sanitario regionale. «Vi incoraggiamo a vaccinarvi contro il Covid-19 il prima possibile, anche approfittando di questa opportunità, in modo da aiutarci a porre fine a questa pandemia globale», l’invito giunto ai dipendenti della multinazionale americana con le istruzioni per poter effettuare la prenotazione, entro il 29 giugno. La campagna vaccinale sarà, invece, effettuata il 2 e 3 luglio prossimi dalle 8 alle 12 all’interno dell’hub vaccinale allestito a Fabriano dalla Macoma consulting srl, sotto il controllo dei due soci, Rossano Ricci e Simone Schiaroli. I sieri che saranno somministrati saranno Pfizer e Moderna. Una campagna vaccinale, per il momento, aperta ai soli dipendenti diretti della Whirlpool e non ai loro familiari. Per i lavoratori di Comunanza, la multinazionale americana ha previsto un contributo per raggiungere la sede vaccinale fabrianese. Le prenotazioni sono aperte da poche ore e si sta già avendo una buona risposta.

Le dichiarazioni

«La sicurezza e la salute dei nostri collaboratori è da sempre la priorità numero uno per Whirlpool», commenta Maurizio David Sberna, direttore Comunicazione Europa, Medio Oriente e Africa di Whirlpool. «Grazie alla collaborazione tra azienda e Istituzioni è ora possibile aggiungere un nuovo presidio a tutela della salute dei lavoratori che va a completare i protocolli anti-contagio e di sicurezza già in essere da oltre un anno», conclude.