Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, Whirlpool: numeri di gennaio in calo rispetto allo scorso anno ma nessun allarme

Quasi 147mila piani di cottura rispetto ai 160mila dello stesso periodo dello scorso anno. Il calo sarebbe però determinato solo da un periodo più lungo di festività natalizie

Stabilimento Whirlpool di Melano

FABRIANO – Il 2022 si apre con numeri in leggero calo rispetto al gennaio dello scorso anno per quanto riguarda la produzione di piani cottura all’interno dello stabilimento Whirlpool a Melano di Fabriano, quasi 147mila rispetto ai 160mila dello stesso periodo dello scorso anno. Questo quanto emerge dalle considerazioni di fonti sindacali sui programmi della multinazionale americana. Parti sociali che evidenziano, comunque, come il prolungarsi delle festività natalizie sia alla base di questa differenza di produzione. Il ricorso al lavoro interinale per le settimane di gennaio dovrebbe attestarsi attorno ai 14 lavoratori che entreranno in stabilimento a partire dal 10 gennaio prossimo.

Il 2021 si è chiuso a livello di produzione per lo stabilimento della Whirlpool di Melano a Fabriano con numeri oltre le previsioni. Il budget è stato pienamente centrato, anzi superato. I sindacati di categoria evidenziano come la multinazionale americana abbia anche recuperato alcune quote di mercato e questo, di conseguenza, ha determinato il surplus produttivo. Non preoccupano, quindi, i numeri di Melano per il mese di gennaio: 146.900 piani cottura, di cui 59.000 gas. Dodici mesi fa, invece, erano stati immessi nel mercato dallo stabilimento fabrianese ben 160.000 pezzi. Per quel che riguarda il ricorso ai lavoratori interinali, ci si dovrebbe attestare a una quota di 14 lavoratori, ma non sono esclusi ulteriori innesti fino a un massimo di 20 unità.

Le parti sociali, come detto, attendono il proseguo dell’anno per capire se il trend positivo registrato lo scorso anno in termini produttivi a Melano di Fabriano proseguirà anche nel 2022. Non preoccupa, quindi, il leggero calo – tra l’altro preventivato nel budget della multinazionale americana reso noto ai sindacati nelle scorse settimane – determinato da un periodo più lungo delle festività natalizie. L’aver chiuso il 2021 con un recupero di quote di mercato in casa Whirlpool e una conseguente produzione maggiore di piani cottura rispetto al preventivato, lascia ben sperare.

Exit mobile version