Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Whirlpool: a Melano a settembre torna a salire, di molto, la produzione

La produzione stimata per queste settimane sarà pari a 168.000 piani cottura, di cui 76.500 a gas. Si tratta del secondo quantitativo mensile più alto del 2021

Stabilimento di Melano della Whirlpool

FABRIANO – Torna a salire la produzione in programma in questo mese di settembre nello stabilimento Whirlpool di Melano a Fabriano. Il ricorso ai lavori interinali si attesta intorno alle 30 unità. La produzione stimata per queste settimane sarà pari a 168.000 piani cottura, di cui 76.500 a gas. Si tratta del secondo quantitativo mensile più alto del 2021. Questo quanto emerge dalle considerazioni di fonti sindacali sui programmi della multinazionale americana.

Si tratta del secondo quantitativo mensile del 2021

Dopo il rallentamento di agosto, dovuto a una settimana completa di chiusura della produzione, si torna a produrre a pieno regime all’interno dello stabilimento Whirlpool di Melano a Fabriano, in linea con quanto preventivato nel budget di inizio anno. Vale a dire, 168.000 piani cottura, di cui 76.500 a gas. Numeri importanti, fra i top da inizio anno. Per conseguire questo obiettivo, cresce leggermente il numero di lavoratori interinali, complessivamente 30, con contratti a scadenza differenti. Come detto, risale la produzione dopo il calo fisiologico di agosto quando sono stati prodotti 111.700 piani cottura, di cui 73.800 elettrici. Ma anche più di quanto sia stato prodotto a giugno e luglio scorsi, quando rispettivamente furono immessi nel mercato 141.000 piani cottura, di cui 67.000 gas, e 134.000 piani cottura, di cui 68.000 a gas, prodotti a Melano. Comunque sia, rispetto al budget di inizio anno, in casa Whirlpool si sta mantenendo la tabella di marcia: ottime performance a gennaio una produzione di 160.000 pezzi; numeri confermati a febbraio; mentre a marzo si è cresciuti con 188.000 pezzi. Ad aprile, tradizionalmente un mese di bassa stagionalità per il comparto del bianco, i numeri hanno iniziato a flettere. Sono stati prodotti 150mila piani cottura, di cui 84.000 elettrici e 66.000 gas. Trend in discesa, ma in linea con il budget preventivato, per maggio: 144.000 piani cottura, di cui 61.000 a gas. A giugno, come detto, si è tornati a salire 141.000 piani cottura, di cui 67.000 gas. Per poi ridiscendere a luglio a 134.000 piani cottura, di cui 68.000 a gas. Per settembre, quindi, si tratta del secondo quantitativo mensile più alto di questo 2021.