Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, Whirlpool: balzo produzione a Melano, 16mila piani cottura più del previsto

Sostanzialmente stabile il ricorso ai lavori interinali che si attesta a 43 unità, ma non sono esclusi nuovi innesti nel corso delle prossime settimane

Stabilimento di Melano della Whirlpool

FABRIANO – Balzo significativo della produzione di piani cottura all’interno dello stabilimento Whirlpool a Melano di Fabriano, ben 16mila in più rispetto al budget stimato a inizio anno. Sostanzialmente stabile il ricorso ai lavori interinali che si attesta a 43 unità, ma non sono esclusi nuovi innesti nel corso delle prossime settimane. La produzione stimata per il mese di novembre sarà pari a 155.000 piani cottura, di cui 64.500 a gas. A inizio anno, dalla multinazionale americana si stimava per queste settimane una produzione di 139mila piani cottura. Ma la ripresa del mercato ha determinato questo surplus. Questo quanto emerge dalle considerazioni di fonti sindacali sui programmi della multinazionale americana.

Whirlpool, i dati

La stagione autunnale si conferma, dunque, molto soddisfacente in casa Whirlpool. Basti evidenziare la crescente produzione di piani cottura, a gas ed elettrici, dopo il rallentamento estivo. Ben 168mila piani cottura a settembre, 155.500 a ottobre e, per l’appunto, 150mila che si produrranno in questo mese di novembre. Sembra un trend in discesa, ma in realtà non lo è. Sicuramente in numeri assoluti, ma considerando le previsioni del budget stilato a inizio 2021, si può notare – come evidenziano fonti sindacali – come si stiano registrando sempre numeri oltre le previsioni.

A novembre, giusto per fare l’ultimo esempio, si pensava a una produzione di 139mila piani cottura e, invece, si arriverà a produrne 150mila, di cui 64.500 a gas, all’interno dello stabilimento Whirlpool di Melano a Fabriano, Per conseguire questo obiettivo, cresce leggermente il numero di lavoratori interinali, complessivamente 43 e non si escludono nuove chiamate.

Rispetto al budget di inizio anno, in casa della multinazionale americana si potrebbe, dunque, chiudere il 2021 con numeri migliori rispetto al preventivato. Un segno che il mercato degli elettrodomestici, dopo anni di crisi, inizia a dare segnali di crescita. Occorrerà verificare, ovviamente, se questo trend positivo si stabilizzerà nei prossimi mesi.