Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Vola il martello di Sara Zuccaro

La Allieva fabrianese ha ottenuto la migliore prestazione nazionale stagionale di categoria con 57.64 metri. Ecco anche tutti i risultati ottenuti dal team cartaio nelle varie discipline domenica scorsa a Fermo e, in precedenza, a Cassino e a Porto San Giorgio. L'8 e 9 aprile spazio alle staffette

Alcuni elementi dell'Atletica Fabriano protagonisti domenica scorsa a Fermo

FABRIANO L’impegno sui più fronti ormai è una costante per l’Atletica Fabriano.

Iniziamo da domenica 2 aprile, quando il “22° Trofeo Città di Fermo” ha di fatto aperto la stagione all’aperto dell’atletica. E’ bene innanzitutto dice che, per quel che riguarda le classifiche di squadra, l’Atletica Fabriano è stata terza con il settore Giovanile e seconda con quello Assoluto.

A livello individuale, ancora protagoniste le giovani lanciatrici fabrianesi e in particolare Sara Zuccaro che, con uno straordinario lancio del martello a metri 57.64 (che significa un miglioramento di 3 metri e 10 centimetri rispetto al risultato che lo scorso anno l’ha proclamata Campionessa d’Italia Cadette) ha stabilito il nuovo personale e record sociale nel lancio del martello da kg. 3, che vale come la migliore prestazione nazionale stagionale nella categoria Allieve. Sara dunque, alla prima uscita stagionale, ha già sensibilmente avvicinato il record regionale di Maria Laura Montelpare (60.50 nel lontano 1999). Le ha fatto eco, sempre nella pedana del martello, Benedetta Dell’Osso, confermatasi con l’attrezzo da kg. 4, a metri 46.98. Benedetta, per costanza di rendimento ad alti livelli, sta portando con onore lo scettro di reginetta della categoria Junior. E dopo tanta assenza ed un necessario intervento chirurgico al piede, è tornato a dettare legge, anche lui tra gli Allievi, Thomas Cipriani, vincitore del disco con metri 39.44. Finalmente il gruppo allenato da Pino Gagliardi si è ricompattato del tutto. E una incoraggiante notizia è che sembrerebbe fare progressi il progetto di realizzare una idonea area lanci per gli allenamenti all’interno della zona verde della pista ciclabile di Fabriano. Vedremo se l’Amministrazione comunale, dopo tanta attesa, riuscirà a dare una risposta entro un tempo decoroso. E sempre a proposito di infrastrutture, sembra che sia sul punto di essere riparato il guasto idraulico allo stadio di Fabriano, per cui da oggi – dopo tanta attesa – dovrebbero essere funzionanti le docce…

Tornando ai risultati di Fermo, per quanto riguarda i velocisti, assente il convalescente Francesco Ghidetti, c’è da segnalare il bronzo conquistato da Giacomo Lorenzini nei 300 metri con 39” 94.

Le Cadette si sono portate a casa una bella medaglia d’argento con la staffetta 4×100, composta da Cristina Cipolletta, Ludovica Bardella, Daniela Condrache e Vesna Braconi, che hanno corso in 57” 45.

Scendiamo di categoria, per esaltare le gesta dei Ragazzi (12-13 anni) il vero cuore dell’Atletica Fabriano. Gare partecipatissime, uno stuolo di concorrenti, con tanti piazzamenti dei cartai, a cominciare dai 60 metri, che hanno visto medaglia d’argento Filippogabriele Danieli in 8” 30 e Francesco Ranxha bronzo con 8” 57. Ed eccoci ad Alessandro Giacometti. Scommettere sul suo futuro da atleta di rango è fin troppo semplice. Alessandro cresce, fisicamente e tecnicamente e questa volta si è aggiudicato alla grande il salto in lungo con un balzo a metri 4.78 che è anche il nuovo record sociale Ragazzi, cancellando uno dei più vecchi primati, quello del compianto Stefano Galante, scomparso prematuramente sui ghiacciai del Karakorum (nel 1981) che lo stabilì nel lontanissimo 1976. Ma il meglio era in arrivo, con una ottima staffetta 4×100: con un crono di 52” 91, Jacopo Coppari, Alessandro Giacometti, Francesco Ranxha e Filippogabriele Danieli, si sono aggiudicati l’oro e il nuovo record sociale. Nel salto in lungo, Sofia Coppari (reduce da tre splendide gare il giorno prima agli Studenteschi) si è dovuta accontentare del bronzo con 4.11, che in ogni caso conferma il suo grande talento, che è tale in diverse discipline dell’atletica leggera.

Se splendida è stata la mattina, fastoso è stato il pomeriggio, in cui le quote in rosa hanno spadroneggiato numerose e più o meno indisturbate, in molte discipline. Negli 80 metri Elisa Maggi è stata seconda in 10” 42, a soli 2 centesimi dalla prima, mentre Livia Moretti si è classificata al quarto posto con un valido 10” 55 che è anche il nuovo record sociale Allieve. Uno spettacolo le gare di salto: dopo quelle di lancio, ancora protagoniste le ragazze. Nel salto in alto, Claudia Pjeshka, campionessa regionale Junior lo scorso anno, con un bel salto a 1.54 è stata d’argento. Da notare che Claudia gioca anche a volley nella Pallavolo Fabriano. Strepitosa la gara di salto in lungo: al primo posto si è classificata Martina Ruggeri, saltando 5.24, 5.22 e 5.25 (con 2,9 di vento contrario). Argento per la rientrante Angelica Marinelli con un bel 5.17.

Riavvolgendo un po’ il nastro degli eventi precedenti, andando a ritroso, ricordiamo che a Cassino (Fr), il 26 marzo, si è disputato il Campionato Italiano di Società di Marcia Allieve. Qui, le fabrianesi Sofia Baffetti e Camilla Gatti, accompagnate dal loro Istruttore Fabio Faggeti, si sono impegnate nella gara di marcia sui 10 chilometri in strada, ed oltre all’agguerritissima concorrenza hanno dovuto fare i conti con il caldo di una giornata decisamente di inizio estate. Le Allieve biancorosse hanno marciato con precisione tecnica e buon ritmo e alla fine hanno chiuso appaiate: Camilla venticinquesima in 1h 04’ 12”, Sofia ventiseiesima in 1h 04’ 21”, rispettivamente seconda e terza tra le quattro marchigiane (le altre due dell’Avis Macerata) presenti, su 32 concorrenti totali. Decisamente soddisfatto Fabio Faggeti per la prova delle sue ragazze, che portano a casa un’esperienza indimenticabile vissuta nel ristretto gruppo delle migliori d’Italia.

Le marciatrici Sofia Baffetti e Camilla Gatti

Sempre domenica 26 marzo, a Porto San Giorgio erano in programma le staffette 3×1000 di Cross Ragazzi e Cadetti. Gli istruttori fabrianesi Gabriele Archetti e Giorgia Scarafoni hanno accompagnato i loro giovani, che in questi ultimi anni stanno regalando diverse soddisfazioni alla società biancorossa. E anche stavolta l’Atletica Fabriano torna a casa con due splendidi podi, sia con il terzetto Ragazzi che Cadetti, di bronzo al termine di un’avvincente competizione. Jacopo CoppariFrancesco Ranxha e Alessandro Giacometti hanno corso con la tempra dei veterani, sempre a ridosso dei più forti, che alla fine l’hanno spuntata soltanto per poche decine di metri. Altrettanto bravi sono stati i cadetti Berat MehmediGiacomo Lorenzini e Andrea Mingarelli, che confermano una stagione invernale ricca di risultati di valore. Sono scese in campo – e si sono battute dignitosamente – anche le Cadette Daniela Condrache, Giulia Dominici e Benedetta Stazi; ad assistere questi giovani e promettenti atleti c’era Giulia Lippera, valente collaboratrice dell’istruttore Sergio Balducci.

Per quanto riguarda i prossimi appuntamenti, sabato e domenica l’Atletica Fabriano tornerà di nuovo a Fermo, questa volta per il Campionato Regionale Assoluto di Staffette, che la stagione scorsa ha visto la società cartaia protagonista con la conquista del titolo nel gruppo Mezzofondo ed il secondo posto in quello della velocità

Una staffetta femminile dell’Atletica Fabriano