Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Vandalismo e consumo di droga fra i giovani, i carabinieri aumentano i controlli

I militari, agli ordini del capitano Mirco Marcucci, hanno segnalato un 20enne come assuntore dopo avergli trovato 0.4 grammi di eroina nascosta addosso

Controlli dei carabinieri al Loggiato San Francesco

FABRIANO – Vandalismo e consumo di sostanze stupefacenti, i carabinieri della Compagnia di Fabriano, agli ordini del capitano Mirco Marcucci, mettono nel mirino questi ulteriori aspetti e intensificano la loro attività di controllo del territorio, con militari in divisa e in borghese, con particolare riferimento ai luoghi con maggiore frequentazione di giovani, centro storico in primis. Soprattutto dopo quanto verificatosi lo scorso fine settimana, con gli episodi di inciviltà – gli ennesimi – che si sono verificati al Loggiato San Francesco di piazza del Comune. E che hanno spinto il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, a prendere la decisione di adeguare l’accesso al Loggiato, in base agli orari di apertura della biblioteca civica Romualdo Sassi.

La segnalazione e le indagini

Proprio nel corso di uno di questi servizi, ieri pomeriggio 12 ottobre, i carabinieri hanno fermato un giovane 20enne del posto, disoccupato. Dopo la relativa identificazione, i militari hanno notato il nervosismo del giovane, decidendo così di approfondire il controllo, sottoponendo il 20enne a una perquisizione personale. Una giusta intuizione, visto che sono stati rinvenuti 0.4 grammi di eroina. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e il giovane è stato segnalato come assuntore. Per il resto, i carabinieri hanno attenzionato altri luoghi ad alto tasso di frequentazione giovanile, compreso il Loggiato San Francesco. A proposito degli episodi di vandalismo che si sono verificati nel corso dell’ultimo week end, sono al vaglio degli investigatori i filmati del sistema di video sorveglianza presente nel centro storico, come annunciato dal Primo cittadino di Fabriano, Gabriele Santarelli. Si cerca, in questo modo, di risalire ai responsabili, identificandoli. «Durante il giorno l’arredo del Loggiato accoglie numerosi turisti che si fermano per godersi quello spazio unico. Ne ho visti tanti durante questi mesi e credo che sia stata una scelta azzeccata e molto apprezzata. Poi però la sera diventa preda di vandali e spesso la mattina il Loggiato è al limite della praticabilità», le considerazioni di Santarelli che lo hanno convinto a condizionare l’accesso al Loggiato in base agli orari di apertura della Biblioteca civica Romualdo Sassi, vale a dire fino alle 18 da martedì e venerdì, e chiuso nei restanti giorni.