Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Ancora un’automobile danneggiata a Fabriano durante il fine settimana

È accaduto domenica in via Fogliardi, a pochi metri di distanza dalla Cattedrale San Venanzio. I residenti, esasperati, chiedono più controlli da parte delle forze dell’ordine soprattutto nel fine settimana. Ignoti, infatti, hanno divelto lo specchietto sinistro di un’utilitaria

L'ennesima automobile danneggiata
L'ennesima automobile danneggiata

FABRIANO – Tornano i vandali in centro storico a Fabriano. E, nuovamente, finisce sotto accusa il modo che i giovani hanno di divertirsi durante il fine settimana. Un’altra automobile danneggiata, divelto lo specchietto lato guidatore. La denuncia fa il giro dei social network e infuria la polemica.

Dopo un periodo di relativa calma e scarsissime segnalazioni, nelle ultime settimane torna prepotentemente il problema degli episodi di vandalismo e micro-delinquenza a Fabriano, in particolare nel centro storico.

Un’altra macchina danneggiata nel centro storico di Fabriano, il secondo caso in pochi giorni. È accaduto domenica in via Fogliardi, a pochi metri di distanza dalla Cattedrale San Venanzio. I residenti, esasperati, chiedono più controlli da parte delle forze dell’ordine soprattutto nel fine settimana. Ignoti, infatti, hanno divelto lo specchietto sinistro di un’utilitaria. È stato lo stesso proprietario ad accorgersi di quanto accaduto e a ritrovare, a terra, alcuni pezzi proprio dello specchietto, l’indomani mattina. Alcuni giorni prima era stata pesantemente rigata con un oggetto appuntito una macchina parcheggiata in prossimità del parcheggio Ciccardini, zona Le Conce.

Come detto, gli episodi ormai sono innumerevoli, si concentrano nel centro storico di Fabriano, ma non solo. Hanno interessato le automobili, tante. Quasi sempre parcheggiate per la notte e poi rigate e/o danneggiate, con ingenti costi per i proprietari.

Ma anche gli arredi urbani sono stati presi di mira. A esempio, nei pressi del complesso Le Conce, la Fondazione Carifac è stata costretta a prendere misure estreme, come il posizionamento di un cancello per evitare l’agire indisturbato dei vandali.

I residenti di Fabriano invocano una maggiore presenza delle forze dell’ordine e il potenziamento del sistema di videosorveglianza pubblico, con l’installazione di nuove telecamere. Ma, soprattutto, che una volta individuati i responsabili possano essere costretti a ripagare i danni, sia nei confronti dei privati che hanno subito le loro discutibili performance, che del pubblico per gli arredi del decoro urbano danneggiati.