Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Un nuovo ecografo per l’Usca dell’ospedale di Fabriano

La Direzione Generale Asur Marche ringrazia la Fondazione Banco Farmaceutico onlus che ha donato all’Azienda sanitaria un sistema per ecografia portatile destinato alle Unità Speciali di Continuità Assistenziale

L'ospedale Engles Profili di Fabriano
L'ospedale Engles Profili di Fabriano

FABRIANO – Ancora una donazione importante per l’ospedale di Fabriano. A ringraziare direttamente la direzione generale dell’Asur per il potenziamento dell’Usca fabrianese. «La Direzione Generale Asur Marche ringrazia la Fondazione Banco Farmaceutico onlus che lo scorso 4 giugno ha donato all’Azienda sanitaria un sistema per ecografia portatile destinato all’Usca di Fabriano».

L’apparecchiatura, composta da un Ecografo Mindray Ecocolordoppler mod. M6 con Pacchetti SW applicativi per i vari distretti anatomici e Trolley da trasporto, da Sonde (Trasduttore Elettronico Convex 3C5s e PL1E-30-90887 Trasduttore Elettronico Lineare 7L4s) e da un tablet dedicato – per un valore complessivo pari a 13.400 euro – è uno dei risultati della campagna “Aiutaci a curare chi si è ammalato”, avviata da Banco Farmaceutico, C.D.O. e Medicina Persona nell’ambito del progetto #fareinsieme.

«Si tratta di uno strumento di approfondimento diagnostico dei pazienti con sintomatologia di infezione da Coronavirus ed è destinato all’Usca di Fabriano per la diagnosi ed il riconoscimento, già a livello territoriale, delle complicanze dell’infezione da covid-19. Un plauso all’iniziativa, nonché un sincero ringraziamento alla Fondazione Banco Farmaceutico per i fondi raccolti e destinati a sostenere le attività delle strutture sanitarie delle regioni maggiormente colpite dall’epidemia, fra queste anche la nostra», si conclude la nota a firma dell’Asur.

Archiviata la fase dell’emergenza acuta della pandemia da Coronavirus, l’Usca assume una grande rilevanza per continuare a salvaguardare l’ospedale Engles Profili di Fabriano, fra i pochi presidi ospedalieri regionali No-Covid, che ha saputo caratterizzarsi per una grande valenza in ambito chirurgico, supplendo alle necessità degli ospedali Covid-positivi. Oltre 200 interventi chirurgici sono stati eseguiti nel nosocomio fabrianese.

Una strada nuova e da percorrere, tanto che le Istituzioni locali, in primis l’Amministrazione comunale di Fabriano, vorrebbero ottenere per l’Engles Profili una qualifica in più proprio in questo campo: un hub chirurgico di riferimento per l’Area Vasta 2.