Turismo: le Grotte di Frasassi di Genga presenti alla Fiera TTG di Rimini

Circa 25mila gli studenti provenienti da tutti gli istituti della Penisola. Visitano il complesso ipogeo soprattutto giovani dal centro Italia (66%), seguono le regioni del nord (22%) e del sud (12%), ma il Consorzio punta in alto

Grotte di Frasassi
Grotte di Frasassi

GENGA – Dopo le famiglie, alla conquista del turismo scolastico. Questo il nuovo obiettivo che si prefigge il Consorzio che gestisce le Grotte di Frasassi di Genga. E per conseguirlo, fondamentale la partecipazione alla nota Fiera TTG Travel Experience che si svolgerà dal 9 all’11 ottobre a Rimini. Alla manifestazione italiana di riferimento per la promozione del turismo mondiale in Italia e per la commercializzazione dell’offerta turistica italiana nel mondo, il Consorzio Frasassi tornerà a essere presente con un desk dedicato all’interno dello stand della Regione Marche che sarà presidiato da operatori turistici del territorio nell’ambito della proficua attività di collaborazione in corso con il Parco Regionale Gola della Rossa Frasassi.

Il complesso ipogeo di Frasassi è tra i più noti in Italia e all’estero: volano del turismo esperienziale marchigiano con oltre 250mila ingressi all’anno di cui il 20% è rappresentato da turisti provenienti da tutto il mondo; il target principale è quello delle famiglie, mentre in crescita è il segmento del turismo escursionistico e ambientale, legato ai percorsi nei tanti sentieri del Parco Regionale Gola della Rossa Frasassi e al trekking.

Asse portante per le Grotte di Frasassi è il turismo scolastico ed è su questo tema che al TTG di Rimini verrà presentato un documento che raccoglie dati interessanti e tipologie di offerta e che vede il Consorzio in prima linea per tessere rapporti con i soggetti che nelle Marche primeggiano in questo tipo di turismo. Ogni anno sono infatti circa 25mila gli studenti provenienti da tutti gli istituti della Penisola, in gran parte dal centro Italia (66%) che visitano le Grotte di Genga; seguono le regioni del Nord (22%) e del Sud (12%).

L’offerta complessiva per il mondo scuole si articola in tre differenti aree: visita tradizionale, della durata di 1 ora e mezzo, lungo il percorso autorizzato; visita didattica della durata di 1 ora e mezzo su percorso autorizzato, con l’aggiunta di quaderni didattici; percorso speleo-avventura della durata di 2 ore, su percorso autorizzato e nelle ulteriori 2 sale visitabili solo con guide speleo e attrezzatura fornita dal Consorzio Frasassi. A queste tre possibili scelte si può abbinare il Laboratorio didattico, da individuare tra una rosa di ben 12 opzioni tematiche: dal laboratorio sull’orientamento all’aria aperta, allo studio degli animali e delle piante di questo territorio; dagli approfondimenti sul tema archeologico che caratterizza l’area di Frasassi, alla lavorazione artigianale della carta in riferimento alla città di Fabriano.

L’esperienza Frasassi abbraccia un’offerta che dal nucleo principale ovvero le Grotte si irradia su tutto il territorio ricco di borghi come Genga e Serra San Quirico e contiguo a eccellenze con città d’arte come Fabriano e Sassoferrato. Dunque una proposta completa e assai diversificata, che suscita un interesse sempre crescente da parte degli istituti scolastici nazionali.