Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, terza tappa per il festival “Su2Piedi”. Da Fabriano e Cerreto, arriva a Poggio San Romualdo

Tante le iniziative in programma per il fine settimana all'insegna dello stare bene, dell'imparare e del condividere esperienze di successo con giovani imprenditori locali

Fabriano (Foto di Theluoz, licenza Creative Commons, Wikipedia)

FABRIANO – Entra nel vivo Su2Piedi, il festival promosso dall’Ambito 10 per vivere il territorio di Fabriano e Cerreto D’Esi, che il 24-25 luglio arriverà a Poggio San Romualdo, frazione della città della carta. A partire dalle 15:30 e fino alle 19 di domani, sabato 24 luglio, ogni 15-30 minuti i partecipanti potranno esplorare i sentieri, insieme alle guide del Parco della Gola della Rossi e dell’IIS “Morea Vivarelli”: un’escursione animata e divertente, strutturata come una caccia al tesoro tra i boschi, e accompagnata da attività sensoriali. Quella di Poggio San Romualdo sarà una tappa adatta a tutti: la giornata nasce dalla collaborazione tra il Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi e la Riserva Naturale Statale Gola del Furlo, che per l’occasione metterà a disposizione la Joelette, una carrozzella da fuori strada a ruota unica che permette di affrontare l’escursione ad ogni persona con mobilità ridotta o in situazione di handicap, bambino o adulto, e il proprio staff formato e abilitato alla conduzione. La sera, a partire dalle 21:30, momento musicale con gli esperimenti sonori dei TLON: in collaborazione con Fabriano Pro Musica, l’innovativo gruppo fabrianese accoglierà gli escursionisti con musica sotto le stelle. Per gli appassionati del campeggio, ci sarà anche la possibilità di dormire in tenda.

Il programma continua

Domenica, dalle 10, incontro con i giovani imprenditori del territorio, per capire come fare impresa sfidando il terremoto: Teodora Gavioli, startupper e responsabile del FHUB, lo spazio di coworking di Fabriano, modererà gli incontri con l’imprenditore agricolo Andrea Corvatta e il web marketing specialist Manfredi Mangano. Spazio anche al gioco, con la “caccia ai fiori” e esercizi di riconoscimento dello skyline, per mettere alla prova le proprie conoscenze ambientali, e attività di orientamento al lavoro con gli scout dell’Agesci. «Il format di Su2piedi si conferma un esperimento innovativo: si vive la montagna in una dimensione completa e coinvolgente, attraversandone i sentieri e respirando il potenziale di creatività di un territorio ancora poco conosciuto ma dal grande potenziale. Un’occasione di divertimento e anche di orientamento al lavoro per le famiglie e gli under-35, all’insegna della sostenibilità e dell’amore per la natura», concludono gli organizzatori.