Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Il teatro Gentile di Fabriano protagonista insieme alla Form

Dal palco fabrianese l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta da Alessandro Bonato, si esibisce con il primo violino e la prima viola dell’Orchestra Sinfonica della RAI

L'orchestra filarmonica delle Marche

FABRIANO – Dal Teatro Gentile di Fabriano, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta da Alessandro Bonato, si esibisce con il primo violino e la prima viola dell’Orchestra Sinfonica della RAI. Due grandi interpreti per il secondo concerto, Mozart 40, della stagione sinfonica FORM, “Soundelivery, ovvero la Grande Musica dove vuoi tu”. Appuntamento per questa sera 13 febbraio alle 21.

La musica torna protagonista al Teatro Gentile di Fabriano in streaming causa emergenza dovuta alla pandemia da Coronavirus. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana ospita il primo violino dell’Orchestra Sinfonica della RAI Alessandro Milani, che collabora anche con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, con l’Orchestra del Teatro alla Scala, con la Filarmonica della Scala e con l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, e la prima viola dell’Orchestra Sinfonica della RAI Luca Ranieri. Anche lui collabora con l’Orchestra del Teatro alla Scala e la Filarmonica ed è molto attivo nella musica da camera, lavorando insieme a Bashmet, Hagen, Brunello, Sollima, Tretiakov, Dindo, Meneses.

Bonato, Milani e Ranieri

Alla direzione, il direttore principale FORM, Alessandro Bonato. Il concerto sarà in onda su ÈTv Marche e in streaming sui canali social della FORM: YouTube (https://www.youtube.com/formorchestra), Vimeo (https://www.vimeo/filarmonicamarchigiana) e Facebook (https://www.facebook.com/FORMorchestra). Dal palco Teatro Gentile di Fabriano, suoneranno l’Ouverture da Lucio Silla, K. 135: I. Tempo, Molto allegro; la Sinfonia concertante per violino, viola, e orchestra in mi bemolle magg. K. 364 e la Sinfonia n. 40 in sol min. K. 550 di Wolfgang Amadeus Mozart, opera di concezione rivoluzionaria, unica nel suo genere e punto di riferimento fondamentale per le successive generazioni di compositori. «È una delle più ammirate e conosciute composizioni di Mozart, ed è frequentemente eseguita e registrata in tutto il mondo», anticipano gli organizzatori dando appuntamento in remoto a tutti gli appassionati del genere.