Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Suolo pubblico gratis a bar e ristoranti, arriva la mozione di Fabriano Progressista

La proposta avanzata dal gruppo d'opposizione sarà discussa il 14 maggio nel consiglio comunale. Il capogruppo Andrea Giombi: «Le restrizioni per prevenire il contagio molto probabilmente comporteranno delle spese e dei mancati guadagni»

FABRIANO – Concessione gratuita di suolo pubblico alle attività economiche, per chi ne farà richiesta, per un anno. Questa la nuova proposta avanzata dal capogruppo di Fabriano Progressista, Andrea Giombi, attraverso un’apposita mozione che sarà discussa nella prossima seduta del consiglio comunale cittadino, il 14 maggio alle 15 in streaming.

Partita ufficialmente la Fase 2 ci si prepara allo step successivo, quando cioè potranno riaprire anche bar e ristoranti. E quest’ultimi pensa, in modo particolare, l’esponente dell’opposizione, capogruppo di Fabriano Progressista, Andrea Giombi, che ha inviato una mozione alla Presidente del Consiglio comunale, Giuseppina Tobaldi, affinché inserisca l’atto nell’ordine del giorno della prossima seduta del civico consesso.

«Considerato che la situazione economica conseguente alla pandemia da Coronavirus ancora in atto rende ardimentosa la ripresa delle attività economiche; molte attività economiche rischiano di rimanere chiuse anche laddove il Governo nazionale acconsenta la riapertura delle stesse; difatti, le restrizioni necessarie per prevenire il contagio molto probabilmente comporteranno delle spese e dei mancati guadagni per gli esercizi imprenditoriali».

Secondo Giombi, «è compito di una buona amministrazione facilitare, per quanto è possibile» tutte le attività economiche presenti a Fabriano. E «lo svolgimento, almeno in parte, all’aperto di attività permetterebbe di incentivare la riapertura, si pensi a ristoranti, bar, negozi di vicinato etc, oltre a essere un fattore anche di prevenzione contro il contagio da covid-19». Per questi motivi, «chiedo al Consiglio comunale di Fabriano di votare favorevolmente affinché alle attività economiche venga, previa debita richiesta di una domanda fornita dal Comune, concessa gratuitamente l’occupazione di suolo pubblico per almeno un anno dalla votazione del presente atto. Si precisa che l’occupazione gratuita del suolo pubblico verrà concessa laddove non pregiudichi i servizi essenziali. Verrà concesso solo lo spazio necessario rapportato alle esigenze e alla metratura delle singole attività», si conclude la mozione a firma del capogruppo di Fabriano Progressista.

Ma, Giombi aggiunge un ulteriore particolare: «Ritengo sia una lungimirante proposta prorogare la gratuità della concessione dell’occupazione del suolo pubblico. La normativa per difendere le aree terremotate determina che fino al 31.12.2020 vi sia proprio la gratuità dell’occupazione del suolo pubblico in favore delle attività economiche. Pertanto, il Comune di Fabriano penso possa prolungare tale termine, in quanto ciò permetterebbe di dare un contributo concreto ed un segno di vicinanza agli esercizi commerciali. Questa iniziativa, inoltre, aiuterebbe anche a prevenire meglio il contagio. Per questo motivo penso che il Comune debba bene informare su tale possibilità e, per facilitare l’occupazione del suolo pubblico, potrebbe fornire apposite aree per i commercianti che non possiedono uno spazio di fronte alle loro attività».