Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fermi i lavori di restauro della fontana Sturinalto, simbolo di Fabriano

Il capogruppo di Forza Italia, Olindo Stroppa, chiede di sapere come mai i lavori sono fermi da alcuni mesi. In più, rilancia la sua proposta di posizionare luci in prossimità degli attraversamenti pedonali

Olindo Stroppa in consiglio comunale
Olindo Stroppa in consiglio comunale

FABRIANO – Lavori di restauro della fontana Sturinalto e posizionamento di luci in prossimità degli attraversamenti pedonali, due richieste avanzate dal capogruppo di Forza Italia di Fabriano, Olindo Stroppa.

Si parte con i lavori di restauro della fontana simbolo della città ubicata in piazza del Comune oggetto di un’apposita interpellanza da parte dell’esponente azzurro. «Nel bilancio 2019 sono stati stanziati fondi per i lavori di restauro della Fontana Sturinalto a Fabriano. Lavori iniziati la scorsa primavera in tutta fretta, tanto che per la manifestazione Fabriano in Acquarello la stessa era coperta da impalcatura che ne impediva la visione. Impalcatura che è stata rimossa per l’evento Unesco di giugno. Successivamente, i lavori sono proseguiti nei mesi estivi per poi fermarsi», evidenzia il capogruppo di Forza Italia.
Proprio per questo stop prolungato, la presentazione dell’interpellanza con la quale si chiede se i lavori sono effettivamente terminati. «In caso di risposta negativa, il motivo della sospensione dei lavori, quando gli stessi verranno ripresi e i tempi di completamento del restauro».

Altro argomento cult, soprattutto nelle ultime settimane visti i vari episodi, è relativo agli investimenti di pedoni. «L’ultimo caso non è stato certamente provocato dall’alta velocità dell’automobilista, ma piuttosto dalla scarsa visibilità per l’insufficiente illuminazione pubblica. Di sera quando piove o l’asfalto è bagnato, è impossibile vedere un pedone che attraversa la strada, specialmente se indossa, come normale nel periodo invernale abiti scuri», premette Stroppa che ricorda come in un consiglio comunale di circa un anno fa, propose di illuminare con dei fari i passaggi pedonali soprattutto nelle vie ad alto scorrimento. «Qualcuno disse che avevo ragione, ma è passato più di un anno e se avessero dato ascolto al mio consiglio forse oggi conteremo qualche investimento in meno. Non servono attraversamenti pedonali sopraelevati che creano difficoltà ai mezzi di soccorso. Invece è urgente illuminare e segnalare eventualmente con dei lampeggianti le strisce pedonali. Per un automobilista, e tutti noi andiamo in auto, nelle principali vie a scorrimento veloce, via Dante, viale Zonghi, via Stelluti Scala, viale Serafini, via IV Novembre, è difficile individuare i passaggi pedonali di notte e soprattutto quando piove. Gli incidenti di investimento dei pedoni avvengono principalmente quando ci sono queste condizioni di scarsa visibilità. Con pochi soldi potremmo evitare questi gravi danni ai cittadini, finora è andata bene, ma potrebbe uscirci anche il morto», conclude il capogruppo di Forza Italia di Fabriano.