Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, uno spettacolo teatrale dedicato ad Aristide Merloni

"Aristide, l’intervista mai accaduta" è il titolo dello spettacolo sul padre del distretto fabrianese della meccanica e degli elettrodomestici che andrà in scena a Fabriano e a Cupramontana

Il Teatro Gentile di Fabriano torna ad ospitare l'opera lirica

FABRIANO – “Aristide, l’intervista mai accaduta”: in scena a Fabriano e a Cupramontana il lavoro teatrale di Papaveri e Papere sulla figura del padre del distretto fabrianese della meccanica e degli elettrodomestici. Spettacolo teatrale scritto da Massimiliano Giovanetti, debutterà prima al Teatro Concordia di Cupramontana e poi al Teatro Gentile di Fabriano rispettivamente il 3 e 4 dicembre prossimi.

Aristide Merloni, locandina dello spettacolo

Lo spettacolo, prodotto da Papaveri e Papere APS, con il contributo della Fondazione Carifac di Fabriano, nasce da una idea di Paolo Notari, giornalista e conduttore Rai e andrà in scena per la regia di Fabio Bernacconi, con protagonisti gli stessi Massimiliano Giovanetti e Paolo Notari, con la partecipazione di Diego Trivellini che ne sottolineerà musicalmente i passaggi. «Il testo teatrale porterà lo spettatore a rivivere una affascinante storia imprenditoriale ed umana raccontata in prima persona da chi, Aristide Merloni appunto, finora è sempre stato raccontato da altri: familiari, collaboratori, dipendenti, storici e giornalisti», anticipano gli organizzatori.

Aristide, l’intervista mai accaduta: le anticipazioni

«Cosa avrebbe detto Aristide Merloni ad un ipotetico intervistatore? Cosa avrebbe riferito, oggi, della sua straordinaria ed esemplare esperienza imprenditoriale, politica, umana? Quanto sarebbe stato disponibile a concedere al contemporaneo gusto, tutto televisivo, di scandagliare il privato dell’uomo di successo, disvelare segreti, pensieri reconditi, magari debolezze? E soprattutto, avrebbe concesso una tale intervista?», sono queste le domande che l’autore del testo, Massimiliano Giovanetti, si è posto e che porterà in scena a Fabriano e Cupramontana.

Al suo fianco Paolo Notari. Completano il gruppo di lavoro Claudia Mengarelli, assistente alla regia, Paolo Vinattieri, tecnico delle luci, Sabino Morra, direttore di scena, Gabriele Bernacconi, autore creativo delle scene e della locandina, e Stefano Stopponi, che ha curato l’organizzazione generale dell’iniziativa per Papaveri e Papere APS.

Per prenotazioni rivolgersi al Botteghino del Teatro di Fabriano, il 2/3 dicembre dalle ore 16 alle 19 ed il 4 dicembre dalle ore 19 in poi.