Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: sosta selvaggia in via Cialdini, negozianti esasperati

Con il posizionamento dei dissuasori di parcheggio si pensava di poter risolvere quanto accade nel cuore del centro storico cittadino, ma così non è. Con disagi per pedoni e attività commerciali

Un'auto parcheggiata in via Cialdini, Fabriano

FABRIANO – Automobili parcheggiate in seconda e terza fila a Fabriano. Rischio sicurezza per i pedoni, ma anche per i residenti che hanno regolarmente parcheggiato negli stalli appositi e, in caso di emergenza, si troverebbero impossibilitati a poter utilizzare il proprio veicolo. Eppure, con il posizionamento dei dissuasori di parcheggio si pensava di poter risolvere quanto accade – spesso e volentieri – in via Cialdini, cuore del centro storico cittadino.

La protesta corre sui social network e ci si interroga su come evitare questo fenomeno. L’amministrazione comunale, questa volta, non sale sul banco degli imputati. Piuttosto ad essere additata è l’inciviltà di coloro che lasciano la propria automobile parcheggiata in spazi non idonei, creando disagi notevoli. «A volte, quando va bene, si aspetta cinque minuti, ma in altre circostanze l’attesa può prolungarsi più del lecito», si legge in un post su Facebook.

Parcheggi in via Cialdini

Con il posizionamento di alcuni dissuasori di parcheggio sembra essersi finalmente risolta la problematica legata al trasporto pubblico locale. Gli autobus, infatti, spesso rimanevano bloccati a causa della sosta selvaggia, determinando code e rallentamenti. Non sembra invece essere cambiato nulla per i pedoni e le attività commerciali presenti nel tratto di via Cialdini che parte da San Nicolò.

«Si parcheggia attaccati alle vetrine e, spesso e volentieri, non possiamo neppure aprire i nostri negozi», si lamentano i commercianti. «Non parliamo, poi, se dovesse passare una mamma con il passeggino o un disabile, sarebbero costretti a stare in mezzo alla strada con innegabili rischi per la sicurezza, visto e considerato che anche il limite dei 35 km/h non è rispettato per niente. A nostro giudizio, non si dovrebbe parcheggiare durante il giorno, si dovrebbe permettere solo il carico e scarico. Per poi tornare a funzionare, magari, nelle ore serali», propongono gli esercenti ricordando, infine, che sarebbe anche gradita una maggiore presenza degli agenti della Polizia municipale di Fabriano «per poter multare coloro che se ne infischiano e parcheggiano dove vogliono».