Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Sisma agosto-ottobre 2016, deciso un nuovo beneficio economico

Sostegno per l’inclusione attiva in favore delle famiglie che hanno subito danni a seguito del terremoto del centro Italia. A poterlo ricevere anche i fabrianesi. Domande e informazioni sul sito del comune di Fabriano

La sede del Comune di Fabriano
La sede del Comune di Fabriano

FABRIANO – Sisma agosto-ottobre 2016, beneficio economico come sostegno per l’inclusione attiva. A poterlo ricevere anche i fabrianesi. Domande e informazioni sul sito del comune di Fabriano
Si tratta di un trattamento economico una tantum concesso ai fini della mitigazione dell’impatto del sisma sulle condizioni di vita, economiche e sociali delle fasce deboli della popolazione. Il sussidio economico – concesso per un periodo massimo di dodici mesi – verrà erogato attraverso l’attribuzione di una carta di pagamento elettronica, per l’acquisto di bene di prima necessità.

Dall’ammontare del beneficio vengono dedotte eventuali somme erogate ai titolari di Carta acquisti ordinaria e dell’incremento del Bonus bebè. Per le famiglie che soddisfano i requisiti per accedere all’assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori, il beneficio sarà corrispondentemente ridotto a prescindere dall’effettiva richiesta dell’assegno.

Il beneficio sarà erogato ai nuclei familiari, in ragione della numerosità degli stessi e nei limiti delle risorse disponibili a patto che abbiano come requisiti: il richiedente deve essere stato residente stabilmente dimorante, da almeno due anni, in uno dei comuni colpiti dal sisma alla data del 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 o del 18 gennaio 2017; il nucleo familiare deve essere in possesso, al momento della richiesta e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio, di un valore dell’Isee o dell’Isee corrente inferiore o uguale a 6.000 euro, escludendo dal computo dell’indicatore della situazione patrimoniale, il valore del patrimonio immobiliare riferito all’abitazione principale e agli immobili distrutti e dichiarati totalmente o parzialmente inagibili ed a quelli oggetto di misure temporanee di esproprio. Mentre sono ricomprese tra i trattamenti le prestazioni godute a seguito degli eventi sismici (il contributo di autonoma sistemazione; l’indennità di sostegno al reddito dei lavoratori; i trattamenti di integrazione salariale ordinaria e straordinaria concessi in conseguenza degli eventi sismici.

La verifica dei requisiti necessari sarà effettuata dal Comune e dall’Inps. La domanda per l’accesso al Sia Aree Sisma deve essere presentata da oggi, 2 settembre, al 31 ottobre al proprio Comune di appartenenza, su apposito modello predisposto dall’Inps.