A pieno ritmo il servizio antincendio di Protezione civile a Fabriano

«Le previsioni per quest’estate non sono ottimali. La poca pioggia ha fatto in modo che il terreno si presenti abbastanza secco. Siamo tutti chiamati ad assumere comportamenti sicuri quando stiamo all’aria aperta per evitare di attivare fiamme per disattenzioni e distrazioni», dice il responsabile della Protezione civile locale Otello Bernacconi

Panorama di Fabriano
Panorama di Fabriano

FABRIANO – Tre mezzi antincendio e 19 uomini/volontari formati attraverso un corso di specializzazione. Questi i numeri del servizio di prevenzione contro gli incendi boschivi attivato a Fabriano e nel comprensorio dalla Protezione civile. Servizio attivo dalle 14 alle 20, tutti i giorni fino al prossimo 30 settembre. Le zone di copertura dei volontari sono Fabriano 1 e uno in località Acquarella, quest’ultimo solo come avvistamento, quindi non abilitato allo spegnimento. In più, le squadre e i mezzi possono andare in soccorso dei colleghi nei comuni di Serra San Quirico e Genga.

«Le previsioni per quest’estate non sono ottimali. La poca pioggia ha fatto in modo che il terreno si presenti abbastanza secco, quindi con maggiore probabilità di incendi. Siamo tutti chiamati – ha dichiarato il responsabile della Protezione civile di Fabriano, Otello Bernacconi – ad assumere comportamenti sicuri quando stiamo all’aria aperta per evitare che possano scoppiare incendi per disattenzioni e distrazioni».

La prima ondata di calore di quest’estate a Fabriano e comprensorio si è chiusa la scorsa settimana con, per fortuna, pochi incendi boschivi, prontamente domati dai vigili del fuoco del distaccamento di Fabriano. Le previsioni metereologiche, però, parlano di un costante innalzamento delle temperature da oggi. Quindi, lo stato di allerta è destinato a salire. E questa ha coinciso con l’avvio ufficiale del piano antincendio che la Protezione civile porta avanti. La stagione estiva, purtroppo, spesso fa rima con incendi e Fabriano e il suo comprensorio non sono immuni da questa situazione.

Anche a Fabriano, dal primo luglio scorso, si è dato vita all’implementazione del piano previsto dalla Regione Marche in collaborazione con i vari distaccamenti dei vigili del fuoco. Il gruppo di volontari della Protezione civile, dunque totalmente a titolo totalmente gratuito, hanno iniziato a presidiare e sorvegliare il vasto territorio fabrianese, fornendo anche utili informazioni ai cittadini per evitare comportamenti scorretti che possono, inconsapevolmente, aumentare il rischio che si inneschi un incendio.