Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Scuola e mondo del lavoro: con Makedigital i neodiplomati volano all’estero per imparare

Il progetto è promosso dal Gal Colli Esini San Vicino con alcuni istituti delle Marche. Tra le destinazioni per i giovani, Malta, Londra e Bruxelles

Alcuni dei neodiplomati in partenza per Malta con il progetto Makedigital

FABRIANO – Anisa da Fano; Martina da Fossombrone; Jennifer e Maria Elena da Esanatoglia; Eva da Urbania. E poi Tiziana da Pesaro; Andrea, da Camerino; Davide da Fermo, Giovanni da Colli al Metauro e Senad da Urbino. Questi alcuni dei nomi dei neodiplomati nelle scuole della regione volati a Malta con Makedigital. Altri andranno a Londra, Marsiglia e Bruxelles. Opportunità messe in campo dal progetto Markedigital con alcuni istituti delle Marche. Tra gli obiettivi, avvicinare i giovani freschi di diploma al mondo del lavoro valorizzando alcune specifiche competenze, come la lingua straniera. Pronto un nuovo bando con scadenza il 23 aprile.

«Il Progetto Markedigital – spiega il presidente del Gal, Riccardo Maderloni – consentirà di effettuare tirocini gratuiti di 3 mesi presso imprese locali per migliorare l’apprendimento di tecniche e tecnologie digitali e, naturalmente, della lingua inglese. I ragazzi sono provenienti da istituti scolastici marchigiani di quattro indirizzi studio: Amministrazione Finanza-Marketing, Sistemi Informativi Aziendali, Moda, Turistico».

I ragazzi che partecipato al progetto hanno conseguito il diploma presso l’I.I.S. “Raffaello” di Urbino, l’I.T.C. G. “G. Antinori” di Camerino, il Liceo Scientifico “Temistocle Calzecchi Onesti” di Fermo, l’I.I.S. e dall’IT Commerciale “C. Battisti” e “Polo 3” di Fano, l’Istituto Tecnico Economico Tecnologico “Bramante Genga” di Pesaro, l’Istituto “Don E. Pocognoni” di Camerino/Matelica e dall’I. I. S. “Costanza Varano” di Camerino.

Prosegue Maderloni. «Il Gal Colli Esini San Vicino, capofila del progetto, si è costituito nel 1991 in forma di società consortile mista a responsabilità limitata. E partendo da attività di ricerca e analisi di dati economici, ha promosso numerose iniziative che hanno visto imprenditori, artigiani e istituzioni pubbliche confrontarsi sui temi dello sviluppo, dando vita a tavoli tecnici su turismo, agricoltura, commercio e artigianato. Gli studi realizzati fino ad oggi sono stati fondamentali per delineare le figure professionali che “ma.k.e.d.i.g.i.t.a.l.” vuol proporre per accrescere le potenzialità occupazionali dei giovani neodiplomati e lo sviluppo di un territorio che, oltre ad aver assistito a un declino del settore manifatturiero, è stato colpito dai tragici eventi sismici. Da qui “ma.k.e.d.i.g.i.t.a.l.” per favorire il passaggio dei neodiplomati in ambito VET dalla Scuola al mercato del lavoro a vantaggio dello sviluppo industriale e territoriale. L’iniziativa – rileva ancora – aiuterà i giovani più svantaggiati a fare impresa, stimolando il loro senso di iniziativa, approcciandosi al mercato del lavoro in maniera più consapevole, ma anche vivendo il proprio territorio come fonte di nuove opportunità».

In buona sostanza, quindi, raggiunto questo primo importante obiettivo, c’è già un nuovo bando fresco di emanazione ed avrà scadenza il 23 di aprile. Per consultare il bando e reperire tutta la documentazione, visitare il sito del Programma www.erasmus-makedigital.eu. Le domande possono essere compilate dagli interessati (giovani marchigiani diplomati nell’a.s. 2019/2020) e inviate a info@erasmus-makedigital.eu.

Il progetto è stato promosso e gestito dal Gal Colli Esini San Vicino (Apiro, Piazza Baldini,1) e si avvale di un partenariato con l’Ipsia “Don Pocognoni” di Matelica, Ipssart “Varnelli” di Cingoli, l’istituto I.S. “Bettino Padovano” di Arcevia/Senigallia, i licei Classico “Stelluti Scala” e Scientifico “Vito Volterra” di Fabriano). A supportare la proposta il Consiglio Regionale delle Marche, l’Anci-Associazione Nazionale dei Comuni delle Marche, l’Uncem-Unione dei Comuni Comunità ed Enti Montani delle Marche, la Provincia di Ancona, il GAL Piceno.