Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Scuola dell’infanzia Munari di Fabriano: genitori chiedono interventi di manutenzione

Un plesso scolastico che è stato inaugurato quasi tre anni fa, ma che, soprattutto quando piove, manifesta alcune criticità già all'ingresso della scuola

Ingresso della scuola con i secchi

FABRIANO – Tornano a far sentire la propria voce alcuni genitori dei circa 100 bambini iscritti alla scuola dell’infanzia Bruno Munari in via Don Petruio a Fabriano. Un plesso scolastico che è stato inaugurato quasi tre anni fa, ma che ha mostrato alcune criticità prontamente manifestate all’Amministrazione comunale cittadina da parte degli stessi genitori.

La nuova scuola dell’infanzia Bruno Munari, ex Don Petruio, di Fabriano è stata finanziata interamente dallo Stato con circa 1 milione e 360 mila euro, nell’ambito della ricostruzione post sisma agosto-ottobre 2016. I lavori sono partiti il 27 ottobre del 2017. La nuova struttura ospita quattro sezioni per un totale di 120 alunni. L’edificio è stato costruito in due blocchi ciascuno per due sezioni e locali comuni: aula per le attività libere, mensa, cucina, spazio per l’assistente. Completano l’immobile un ampio spazio connettivo con una copertura a vetro di collegamento tra i diversi blocchi. Ad inaugurarla, fra gli altri, il 4 agosto 2018, l’allora leader del Movimento 5 Stelle, nonché Vicepremier, Luigi Di Maio, e l’allora commissario per la Ricostruzione, Paola De Micheli.

Rischio scivolamento altissimo

Sicuramente un bell’esempio di ricostruzione veloce e in sicurezza. Ma, si sono manifestate alcune criticità prontamente segnalate. Quando, a esempio, piove, il personale scolastico è costretto a posizionare dei secchi per raccogliere l’acqua piovana ed evitare che il pavimento si bagni troppo, con conseguenti rischi per l’incolumità degli stessi operatori scolastici, genitori e bambini. L’intervento dei tecnici del Comune è stato richiesto molte volte. Nel corso di questi mesi, altre criticità sono state evidenziate al fine di ottenere una manutenzione costante degli spazi esterni e altre strutture di completamento che possano permettere a un plesso scolastico sostanzialmente nuovo di non presentare mancanze del genere, tra l’altro facilmente risolvibili. Come delle grondaie esterne che possano evitare che i muri esterni si bagnino eccessivamente e che, quindi, si verifichino infiltrazioni all’interno della scuola di Fabriano.