Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Scivolone del Fabriano Cerreto

Nell'anticipo del campionato di Eccellenza, i cartai perdono per 2-0 a Porto d'Ascoli giocando al di sotto delle aspettative. Mister Pazzaglia: «Sconfitta meritata, dovremo riflettere»

Il Fabriano Cerreto, in maglia rossa, impegnato a Porto d'Ascoli (foto di Maurizio Animobono)

PORTO D’ASCOLI – Il Porto d’Ascoli si conferma avversario terribile per il Fabriano Cerreto. Dopo aver perso all’andata per 0-1, anche nell’anticipo di oggi, sabato pomeriggio, i cartai sono caduti contro questa ostica formazione, stavolta in trasferta per 2-0. Un risultato netto e che ci sta tutto.

Il primo tempo si conclude a reti bianchi, ma all’inizio della ripresa il Porto d’Ascoli trova la rete con un colpo di testa di Biancucci, al decimo centro stagionale.

Sotto di un gol, mister Pazzaglia inserisce Tittarelli per incrementare l’azione d’attacco del Fabriano Cerreto, affiancandolo a Piergallini e Jachetta. I fabrianesi, alla ricerca del tutto per tutto, riescono a costruire un paio di occasioni con Trillini e Tittarelli, senza però concretizzare. Il Porto d’Ascoli, dal canto suo, mantiene il vantaggio, continua a premere e a sei minuti dalla conclusione trova anche il gol del definitivo 2-0 ad opera di Iachini con un tiro dal limite dell’area che supera Spitoni.

«E’ stata una partita estremamente negativa – ha dichiarato il mister fabrianese Pazzeggia – sia dal punto di vista tecnico, sia da quello della determinazione e del carattere. Non sono soddisfatto. Si tratta di una sconfitta meritata. Dovremo riflettere».

Il Fabriano Cerreto si morde i gomiti e attende il risultato di domani tra Montegiorgio e Sangiustese per sapere se potrà continuare ad occupare la posizione di capolista in Eccellenza, oppure se dovrà cedere di nuovo lo scettro alla Sangiustese.

Oggi si sono giocati altri due anticipi: Marina – Atletico Gallo 1-1, Folgore Veregra – Urbania 1-4.