Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Sassoferrato: niente rievocazione storica della Battaglia delle nazioni, ma tante iniziative in programma

L'Amministrazione comunale, la Pro Loco con l'aiuto operativo del Gaaum, il gruppo archeologico locale, hanno scelto di declinare l’archeocena all’interno del Parco archeologico Sentinum

L'area del Sentinum

SASSOFERRATO – Quest’anno, per ovvie ragioni, niente rievocazione storica in costume della “Battaglia delle Nazioni” a Sassoferrato. Tuttavia, per ​​mantenere l’evento, l’Amministrazione comunale, la Pro Loco con l’aiuto operativo del Gaaum, il gruppo archeologico locale, hanno scelto di declinare l’archeocena all’interno del Parco archeologico Sentinum, domani, sabato 31 luglio. Complice, la cooperativa Happennines per le visite guidate e la partecipazione a fine serata della Corale “Città di Sassoferrato”. Prenotazione obbligatoria. Il programma prevede dalle 15 in poi, l’accampamento con legionari. Il Gaaum con il supporto dell’associazione culturale “Decima Legio” propone un accampamento storico per illustrare la vita del legionario. Le marce, l’addestramento, la pratica dei mestieri, insomma una sintesi delle attività dell’arte militare di Roma. Un momento esperienziale per i più grandi e davvero magico per i più piccoli. A partire dalle 18:15, un laboratorio – 30 posti disponibili – sull’olio che avrà come docente un rappresentate dell’Olea (Organizzazione Laboratorio Esperti Assaggiatori). Previsto, inoltre, una degustazione di birre delle aree interne e salumi locali. Dalle ore 20 in poi, infine, la cena del Legionario. In collaborazione con l’agriturismo “Antico Muro” e la supervisione della Soprintendenza dei Beni Archeologici delle Marche, la Pro Loco ripropone la “Cena del Legionario”.

La visita a Sentinum e la musica

Ma, come detto, sarà anche possibile visitare il Parco con le guide di Happennines con orari in programma alle 11, alle 18 e alle 20. «La visita del Parco non è solo l’opportunità per gli escursionisti di leggere nei ruderi la vita dell’antica Sentinum, ma per chi vive nel comprensorio di vivere la città di ieri e anche di capire la visione che l’Amministrazione comunale di Sassoferrato e la Soprintendenza ha del polo Sentinum. Ossia capire i lavori in corso e come saranno utilizzato i fondi europei e regionali. A chiudere il ricco programma, la musica grazie al concerto della Corale “Città di Sassoferrato” guidata dai maestri Andreina Zatti e Marco Agostinelli.