Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

A Sassoferrato la mostra Tra generazioni, nel segno dello scambio tra anziani e bambini

Nella cornice della Chiesa di San Michele Arcangelo ex teatrino Perotti il 28 agosto si inaugura la mostra "Tra generazioni" realizzata dall’associazione Alzheimer Marche

Veduta di Sassoferrato

SASSOFERRATO – Nella splendida cornice della Chiesa di San Michele Arcangelo ex teatrino Perotti di Sassoferrato il 28 agosto si inaugura la mostra Tra generazioni realizzata dall’associazione Alzheimer Marche grazie al contributo del comune di Sassoferrato, della BCC di Pergola e Corinaldo, dell’istituto comprensivo di Sassoferrato e alla collaborazione della psicologa Valentina Mercanti. Il progetto nasce dalla volontà di creare uno spazio pensato per restituire ad anziani e bambini un luogo che incentivi lo scambio generazionale, la possibilità di conoscersi e di costruire rapporti di solidarietà.
Sono stati attivati laboratori frequentati da ultrasessantacinquenni autosufficienti e bambini dagli 8 agli 11 anni al fine di creare occasioni di mutuo apprendimento per incentivare lo scambio reciproco di competenze e conoscenze. Sono state ricercate foto che ritraessero la Sassoferrato di un tempo e con l’ausilio della fantasia e della creatività dei bambini ed il supporto delle competenze degli anziani si è realizzato attorno alla foto il proseguo fantastico dell’ambiente.

«È stata un’esperienza meravigliosa veder collaborare anziani e bambini. Il clima gioioso, lo scambio di idee e competenze, la collaborazione tra anziani e bambini ha reso questa esperienza indimenticabile – racconta la psicologa di Sassoferrato Valentina Mercanti -. Il progetto, così come lo si era pensato, è stato interrotto causa pandemia. Siamo riusciti a realizzare 14 opere che troverete esposte nella mostra. Il progetto iniziale è stato quindi rimodulato nella convinzione che lo scambio generazionale ed il proseguo del rapporto creato tra bambini ed anziani fosse ancor più indispensabile durante la dura prova della pandemia. Si è pensato ad un progetto on line mantenendo comunque invariati i principi cardine del progetto iniziale. Abbiamo così aderito all’iniziativa del Museo Civico Villa Colloredo Mels ‘CATturami!’ realizzando il gatto che, durante la famosa annunciazione di Lorenzo Lotto, scappa con un rapido balzo».

Durante la mostra verranno anche esposti i manufatti realizzati dai volontari e dalle persone fragili che frequentano i centri diurni, le attività realizzate dall’Associazione Alzheimer Marche, un estratto dell’attività di Benessere Cognitivo realizzato dall’associazione online durante il lockdown ed indicazioni sulla patologia.
La mostra sarà visitabile, nel rispetto del luogo sacro in cui è esposta, dal venerdì alla domenica dalle 17 alle 20 e su prenotazione contattando il 348/9056348 – 371/3215869 o inviando mail a info@alzheimermarche.it.

Exit mobile version