Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Sassoferrato, evade dagli arresti domiciliari. In carcere un 34enne

Si trova a Montacuto il giovane che era stato condannato per furto aggravato compiuto fuori Regione. Non avendo ottemperato agli obblighi previsti, è finito nuovamente in manette

SASSOFERRATO – Non ha ottemperato agli obblighi previsti per scontare la pena nella sua casa a Sassoferrato. I carabinieri della Compagnia di Fabriano, su disposizione del giudice del Tribunale di Ancona, lo arrestano con una nuova accusa, quella di evasione. Continuerà a scontare la sua condanna all’interno di una cella del carcere di Montacuto, in attesa di giudizio per la nuova accusa.

Un 34enne di Sassoferrato, D.P., era stato arrestato e condannato a seguito di un furto compiuto fuori dalle Marche. La condanna era per furto aggravato. Il Giudice, oltre a comminargli la pena, aveva disposto per il 34enne l’obbligo degli arresti domiciliari nella città sentinate e l’obbligo di firma, a orari prestabiliti, nei locali della compagnia dei carabinieri di Fabriano.

Nel corso delle settimane, però, frequenti segnalazioni sono arrivate ai militari della stazione di Sassoferrato perché il 34enne era stato visto fuori casa e, addirittura, del territorio comunale. In più, la firma di controllo spesse volte è stata apposta in Stazioni dei carabinieri diverse da quella di Fabriano.

I militari della città della carta hanno raccolto tutte queste infrazioni e hanno trasmesso gli atti al giudice del Tribunale di Ancona. Quest’ultimo ha disposto nuovamente l’arresto del 34enne di Sassoferrato. I militari si sono presenti nell’abitazione dell’uomo e l’hanno condotto in una cella del carcere di Montacuto dove finirà di scontare la sua pena per furto aggravato, alla quale si aggiungerà quella per evasione. Infatti, questa è l’accusa di reato per il quale il 34enne è stato portato in una cella.