Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Sassoferrato, aumentano i luoghi dove celebrare il matrimonio civile. Ecco le location

Sarà possibile pronunciare il fatidico "sì" nel Parco archeologico di Sentinum, al Chiostro e all'Auditorium del Palazzo degli Scalzi, nel Parco della Rocca di Albornoz e in quello Archeominerario di Cabernardi e nella Rocca di Rotondo e in piazza Matteotti

Parco archeologico di Sentinum (foto da Happennines.it)

SASSOFERRATO – Il comune di Sassoferrato mette disposizione di tutti coloro che voglio sposarsi i gioielli di famiglia. Sarà possibile, infatti, pronunciare il fatidico “si”, civilmente, all’interno del Parco archeologico di Sentinum, del Chiostro e dell’Auditorium del Palazzo degli Scalzi, del Parco della Rocca di Albornoz, del Parco Archeominerario di Cabernardi, della Rocca di Rotondo e in piazza Matteotti.

«I luoghi individuati sono da considerarsi non solo di indiscutibile pregio, storico e artistico, ma anche di assoluto fascino e potranno, da qui in avanti, fare da cornice a uno dei momenti più importanti nella vita delle coppie che sceglieranno di celebrare la propria unione nel comune di Sassoferrato», evidenzia il Primo cittadino, Maurizio Greci.

Il Parco Archeominerario di Cabernardi (foto dal sito del comune di Sassoferrato)
Il Parco Archeominerario di Cabernardi (foto dal sito del comune di Sassoferrato)

L’atto è stato approvato nellos corso consiglio comunale: il nuovo Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili e la costituzione delle unioni civili prevede la possibilità di celebrare l’unione, oltre che all’interno del palazzo comunale, in una delle location suggestive messe a disposizione.

Vere e proprie chicche, scelte non a caso: la messa a disposizione di queste location si inserisce nell’ambito delle azioni di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale di Sassoferrato, «rendendolo fruibile e godibile – continua il primo cittadino – a una sempre più vasta platea di persone, affinché i cosiddetti luoghi della storia possano diventare anche, per qualcuno, i luoghi del cuore».

Per quel che riguarda le tariffe per poter usufruire di questa possibile, le stesse variano a seconda se almeno uno degli sposi sia residenti o meno a Sassoferrato e vanno da un minimo di 150 a un massimo di 350 euro, considerando inoltre se il rito civile sia officiato nell’ambito del normale orario di servizio comunale, di sabato mattina o di pomeriggio.