Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Sassoferrato: approvate le schede per i Progetti di Utilità Collettiva

Passaggio necessario per dare attuazione alla normativa sul reddito di cittadinanza. Il punto sulla questione con il sindaco Maurizio Greci

SASSOFERRATO – La giunta comunale di Sassoferrato, fra i primi nell’Ambito 10, ha approvato le schede relative ai Progetti di Utilità Collettiva (PUC) finalizzate a dare attuazione alla normativa sul Reddito di cittadinanza. In base a tale normativa, infatti, il beneficiario del reddito di cittadinanza è tenuto a offrire la propria disponibilità per la partecipazione a progetti a titolarità dei Comuni utili alla collettività, in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni, da svolgere presso il Comune di residenza, mettendo a disposizione un numero di ore compatibile con le altre attività e comunque non inferiore al numero di otto ore settimanali.

Maurizio Greci, sindaco di Sassoferrato
Maurizio Greci

«I progetti approvati riguardano le manutenzioni sul patrimonio comunale (strade, verde, immobili comunali, etc) e le attività di ambito culturale, legate al riordino della biblioteca e al supporto nelle manifestazioni culturali», informa in una nota l’amministrazione comunale di Sassoferrato guidata dal sindaco, Maurizio Greci. «Di concerto con l’Ambito Sociale n. 10 e con gli altri interlocutori istituzionali interni ad esso, l’avvio dei progetti è stato fissato indicativamente a partire dall’annualità 2021, compatibilmente con l’evolversi dell’attuale contesto epidemiologico», si conclude la nota.

Nelle scorse settimane, sull’argomento legato al Reddito di cittadinanza e Progetti Utili alla Cittadinanza, il senatore Sergio Romagnoli e la consigliera regionale Simona Lupini, entrambi del Movimento 5 Stelle, avevano invocato un’accelerazione. Solo per il Comune di Fabriano saranno disponibili circa 270 percettori di Reddito di Cittadinanza, per un totale di circa 2.500 ore da mettere a disposizione di lavori socialmente utili. «Una grande occasione per il miglioramento della città e per la formazione di centinaia di persone. Sindaco, Giunta e gli altri organi interessati stanno già effettuando un attento monitoraggio dei bisogni sul territorio, per poi identificare i migliori progetti da realizzare», hanno concluso il senatore Romagnoli e la consigliera Lupini.