Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Ristopro Fabriano, casa dolce casa…

La squadra di coach Pansa gioca un gran partita contro la Esa Italia Chieti e rimane al vertice della classifica di serie B. Il tecnico: «Grande intensità da parte dei miei»

Consueto pienone al PalaGuerrieri per la partita della Ristopro Fabriano contro l'Esa Italia Chieti

FABRIANO – La parola d’ordine era dimenticare in fretta la sconfitta di sette giorni fa ad Ancona e la Ristopro Fabriano ha mantenuto la promessa. Al ritorno tra le mura amiche del PalaGuerrieri dopo un mese di assenza, i biancobù di coach Lorenzo Pansa sono stati protagonisti di un’eccellente partita, hanno battuto nettamente l’Esa Italia Chieti per 82-68 e rimangono in vetta al campionato di serie B insieme alla Tramec Cento con 28 punti.

«Era importante tornare subito al successo e lo abbiamo fatto contro una squadra molto forte come Chieti, che ha grandi giocatori, basta citare i nomi di Stanic, Rezzano, Ruggiero… – è il commento del tecnico fabrianese Lorenzo Pansa -. Abbiamo preso quasi il doppio dei rimbalzi (45 a 27, nda), prodotto il doppio degli assist (14 a 7, nda), totalizzando una valutazione molto superiore a loro (96 a 58, nda), segno che abbiamo prodotto molto gioco. Faccio i complimenti ai miei ragazzi per l’intensità che hanno messo in questa partita».

Di fronte alla consueta enorme cornice di pubblico al PalaGuerrieri, la Ristopro è partita subito in quarta, 26-8 dopo appena nove minuti. Massimo vantaggio al 21’ sul +22 (54-32). 

Poi giocoforza gli abruzzesi hanno dovuto tentare il tutto per tutto riavvicinandosi fino al -8 a due minuti dalla fine, ma Fabriano non ha mai dato l’impressione di sbandare e anzi negli ultimi due giri di lancette ha blindato il risultato fino all’82-68 finale che ha ribaltato anche la differenza canestri con l’andata (quando Chieti aveva vinto di 13), casomai servisse, ma effettivamente il “gap” in classifica è ormai notevole (ben dieci punti). 

Coach Pansa si gode, dunque, l’immediato ritorno alla vittoria e un gioco fluido in attacco, con una maggiore ricerca della velocità rispetto al girone di andata. «Stiamo tentando di correre di più, seguendo un’intuizione dei miei assistenti Cutugno e Bruno – conferma il tecnico della Ristopro. – Già ad Ancona eravamo andati parecchio in contropiede ma solo nel primo tempo, mentre stavolta è stata più evidente nell’arco di tutta la partita la volontà di velocizzare il nostro gioco».

«Oltre alla alla nostra consueta solida difesa – è il commento della guardia Niccolò Petrucci – abbiamo mosso molto bene la palla in attacco, soprattutto nei primi due quarti, trovando buoni tiri. Dopo la sconfitta di sette giorni fa ad Ancona, in settimana ci siamo allenati fortissimo e fin da subito contro Chieti abbiamo messo in campo molta intensità».

Ristopro Fabriano – Esa Italia Chieti = 82-68

Ristopro Fabriano – Garri 23 (7/9, 1/2), Radonjic 15 (1/3, 3/8), Merletto 14 (3/6, 2/3), Petrucci 8 (0/1, 2/9), Fontana 7 (2/6, 1/1), Paolin 6 (3/6, 0/4), Del Testa 5 (1/1, 1/4), Fratto 4 (1/2, 0/1), Cianci, Cicconcelli ne, Pacini ne, Cola ne. All. Pansa

Esa Italia Chieti – Ruggiero 18 (6/8, 2/6), Stanic 18 (7/11), Ponziani 9 (4/9), Di Carmine 9 (4/7, 0/2), Rezzano 7 (3/8, 0/3), Sanna 3 (1/2 da tre), Gialloreto 2 (1/1, 0/4), Meluzzi 2 (0/1, 0/1), Raicevic ne, Mijatovic ne. All. Sorgentono

Arbitri – Di Luzio di Cernusco sul Naviglio (Mi) e Picchi di Ferentino (Fr)

Parziali – 26-12 al 10’, 47-32 al 20’, 67-53 al 30’, 82-68 finale