Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, riaprono giardini e parchi ma con restrizioni

L'accesso al pubblico sarà possibile solo dalle 7 alle 18, dopo ritorna a essere interdetto. Aree gioco invece non fruibili

Parco Unità d'Italia a Fabriano

FABRIANO – Prove tecniche di ritorno alla normalità, ma con giudizio, a Fabriano. Da domani, 14 aprile, si potrà di nuovo passeggiare all’interno dei parchi e dei giardini fabrianesi chiusi al pubblico dal febbraio scorso. Il sindaco Gabriele Santarelli ha firmato un’ordinanza che entrerà in vigore fra poche ore che prevede, comunque, alcune restrizioni. Infatti, l’accesso al pubblico sarà possibile solo dalle 7 alle 18, dopo ritorna a essere interdetto. Non sarà invece mai fruibile la possibilità di utilizzare le aree gioco per una maggiore sicurezza.

«L’apertura delle aree gioco richiederebbe una sorveglianza continua e sanificazioni periodiche – conferma il sindaco -. In questo momento il personale che dovrebbe eseguire tali operazioni è assorbito nell’organizzazione della campagna vaccinale e nel supporto alle famiglie in quarantena. Attendiamo di vedere anche quali saranno gli effetti della riapertura delle scuole poi sarà possibile riaprire le aree gioco».

L’amministrazione comunale cittadina ha deciso anche di stabilire orari ben precisi in questa prima fase di riapertura degli spazi verdi di Fabriano, esattamente dalle 7 alle 18 di tutti i giorni a partire da domani. «Con questi orari pensiamo di evitare le ore in cui si verificano di solito gli assembramenti e consentiamo allo stesso tempo l’uso dei parchi in sicurezza. L’iniziativa è pensata anche per consentire il consumo dei pasti della pausa pranzo nelle aree dei parchi cittadini sperando di dare una mano anche alle attività di ristorazione che potrebbero vedere aumentare la quantità di asporto. Verranno chiaramente eseguiti i controlli, ma in queste settimane di chiusura non abbiamo registrato comportamenti inopportuni», specifica il Santarelli.

L’ordinanza avrà validità fino al 25 aprile, «ma verificheremo la possibilità e l’opportunità di ulteriori iniziative già nella settimana del 19», dunque una possibilità di ulteriore allargamento delle maglie delle restrizioni qualora i segnali di discesa degli attualmente positivi in città e nell’intero comprensorio dell’Ambito 10 dovessero rafforzarsi come chiunque auspica.