Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Riapre il Fabriano Paper Pavilion per le giornate Fai di Primavera

Allestito nel complesso storico delle Cartiere Miliani Fabriano: 500 metri lineari di documenti e 10.000 strumenti per la fabbricazione della carta, testimonianza unica di 750 anni di tradizione fabrianese

La carta a mano di Fabriano

FABRIANO – Per le giornate FAI di Primavera per la prima volta tra i siti visitabili il gioiello nascosto: il Fabriano Paper Pavilion allestito nel complesso storico delle Cartiere Miliani Fabriano. Cinquecento metri lineari di documenti e 10.000 strumenti per la fabbricazione della carta, testimonianza unica di 750 anni di tradizione fabrianese, saranno aperti al pubblico su prenotazione domani sabato 15 dalle 15 alle 18 e domenica 16 maggio dalle 10 alle 12:30 e dalle 15 alle 18, in occasione delle Giornate Fai di primavera. L’iniziativa rientra nelle celebrazioni per i 10 anni della Fondazione Fedrigoni Fabriano. Ad accompagnare i gruppi saranno gli studenti delle scuole superiori che aderiscono al progetto. «È un piacere e un onore aprire la nostra Fondazione agli ospiti del Fai. Il patrimonio è di tutti, specialmente quello di una comunità operosa come i cartai marchigiani, di Fabriano e Pioraco, che nei secoli e ancora oggi servono clienti eccellenti in tutto il mondo», dichiara Chiara Medioli Fedrigoni, presidente della Fondazione Fedrigoni Fabriano.

L’iniziativa fa parte del ricco programma di attività previsto per celebrare, quest’anno, il decennale della Fondazione Fedrigoni Fabriano (2011-2021), che già nelle prossime settimane vede interessanti appuntamenti. Dal 24 maggio al 6 giugno il Fabriano Paper Pavilion ospiterà il fumettista spagnolo Alberto Madrigal per un progetto artistico in residenza promosso dalla Cartiera di Fabriano.
Subito dopo, dal 7 all’11 giugno, la Fondazione parteciperà via web al 35th Biennial International Paper Historians Congress, dal titolo “Investigating American Collections on Paper”, organizzato dalla Library of Congress, dalla National Gallery of Art e dalla National Archives and Records Administration di Washington. Specialisti e storici della carta di tutto il mondo si confronteranno sui database relativi alle filigrane e sulle loro metodologie di studio e di identificazione. E in quest’occasione sarà presentato il Corpus Chartarum Fabriano, progetto di digitalizzazione di oltre tremila filigrane, dal 1293 agli inizi del terzo millennio, costituita dalle carte prodotte dalle Cartiere Miliani Fabriano riunite nella “Collezione di Carte Antiche fabrianesi dal 1267 al 1798” di Augusto Zonghi e, in parte, nella “Raccolta di filigrane del Duca Luigi Tosti di Valminuta”. A giugno, poi, è prevista la 2° edizione del corso-laboratorio dedicato agli operatori di archivi d’impresa, che si terrà a Verona a “Casa Fedrigoni”, il rinnovato archivio storico delle Cartiere.