Remake Festival e Salone internazionale dell’Artigianato, c’è fermento a Fabriano

Oltre alle aree espositive, previsti numerosi appuntamenti di dibattito sull'Agricoltura, il Decreto Dignità e il mondo del lavoro in generale. Non mancano i laboratori per i bambini e, la sera, appuntamento musicale per i più giovani

Il momento del taglio del nastro dello spazio coworking

FABRIANO – Secondo giorno del Remake Festival e del Salone internazionale dell’Artigianato a Fabriano. Tanti gli appuntamenti da non perdere a partire dalle varie aree espositive: museo della Carta, San Benedetto e Pinacoteca, dove artigiani delle diverse categorie ed hobbisti mostreranno il proprio lavoro quotidiano, i prodotti e le creazioni attraverso dimostrazioni e progetti interattivi che i visitatori potranno anche sperimentare in prima persona; Area food/agricoltura all’interno del chiostro di San Venanzio.

All’interno del Fhub Coworking a Le Conce con Star…Uppati – Le startup incontrano le aziende. Dalle 9 alle 13, saranno presenti Fabio Massimo Castaldo (Vicepresidente parlamento europeo), Laura Agea (Portavoce Capogruppo EFDD M5S – Parlamento Europeo), Sandro Piacentini (sociologo), Massimo Calzoni (Invitalia), Giorgio Guidi (The Hive), Francesca Cesaroni (UniUrb Lab). Dalle 14 alle 18, ci saranno i tavoli di incontro con gli interessati.

Dalle 10 alle 11:30, a Palazzo del Podestà, alcuni componenti della XI commissione Lavoro del Senato presenteranno i tratti distintivi del Decreto Dignità. A seguire e fino alle 13:30, appuntamento con L’agricoltura che fa bene al territorio, incontro al quale parteciperanno Alessandra Pesce (Sottosegretario di Stato al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali), Adele Finco (Università Politecnica delle Marche), Ugo Pazzi (Coordinatore Slow Food Marche). La mattinata si concluderà dalle 10:30 alle 14, con la dimostrazione/esposizione Espressione in arte a cura del centro Un mondo a colori all’interno del chiostro di Santa Caterina.

Nel pomeriggio, il programma prevede dalle 15 alle 19, in Pinacoteca, la performance artistica di installazioni di carta di Enrico Miglio e Kim Hee Jin. Spazio per tre laboratori, dalle 17:30 alle 20. Il primo C’era una volta la stampa, al San Benedetto, a cura degli ex-tipografi della Tipografia Gentile. E il secondo dedicato ai bambini Cartanimata, con animatori Mise al Museo della Carta. Il terzo, I rompiscatole, in Biblioteca. Sempre per i bambini, dalle 17:30 alle 18:30, letture a loro dedicate in Biblioteca a cura di Elena Carrano e Rosetta Martellini leggono “L’occhio del lupo” di D. Pennac.

Dalle 18 alle 20, al complesso San Benedetto, Libri vs E-Book: quale destino per la lettura e il mercato editoriale? Ne discuteranno Roberto Revello (Mimesis Edizioni), Antonio Tombolini (Street Lib), Francesca Chiappa (Hacca Edizioni) – modera Edoardo Manuel Salvioni.

Gli ultimi appuntamenti della giornata saranno dalle 19:30 alle 20 al museo della Carta, con la dimostrazione e discussione di tecniche di incisione su carta, a cura di Veronica Azzinari (Opificio della Rosa), Roberto Mannino (incisore), Devin Kovach (incisore), Lorenzo Santoni (mastro cartaio). Dalle 21 alle 22:30, a Palazzo del Podestà, iniziativa La canapa: una filiera per le Marche, con la partecipazione di Barbara Pagnoncelli (Assessore Comune di Fabriano), Rudolfo Santilocchi (Università Politecnica delle Marche), Antonio Trionfi Honorati (Azienda agricola Honarati), Leonardo Brunzini (Easy Joint), Carlo Santulli (Università di Camerino). Si chiude dalle 22:30 all’una, con il Live dj/set a cura di Time Stretch Record ai Giardini del Poio di Fabriano.