Rassegna Salvi di Sassoferrato, ultimo incontro dedicato al Sessantotto

Sotto la guida del moderatore Antonio Maria Luzi, aprirà l’incontro Sergio Petrelli con la testimonianza dell’evento del Living Theatre di Julian Beck, tenutosi a Urbino nel maggio 1968. Appuntamento alle 17 nei locali dell'ex Pretura

L'inaugurazione della Rassegna Salvi a Sassoferrato
L'inaugurazione della Rassegna Salvi 2018 a Sassoferrato

SASSOFERRATO – Questo pomeriggio, sabato 20 ottobre alle 17 nei locali della ex Pretura, in via Garibaldi a Sassoferrato, è previsto il terzo e ultimo incontro a tema, aperto alla cittadinanza, organizzato nell’ambito della 68° edizione della Rassegna Internazionale d’Arte /Premio G.B. Salvi, in mostra fino al 4 novembre prossimo.

Dopo le interessanti lezioni di sabato 6 con il giornalista Maurizio Verdenelli e di sabato 13 con il Prof. Dino Mengozzi, che hanno trattato rispettivamente i temi: “Il 68’ quando l’immaginazione andò al potere (e ci rimase poco). La breve stagione di una rivoluzione estetica. Da Herbert Marcuse a La Zanzara: dalla California a Milano passando per Perugia” e “Musica ribelle – parole e musica dalla liberazione ai giorni nostri” con l’intervento di Luca Antonelli, Francesco e Leopoldo Fioranelli, è la volta di Gastone Mosci e Sergio Petrelli che svilupperanno il tema: “Maggio 68’ a Urbino – Quella sera nel Teatro Spento del Torrione sotto i Torricini del Palazzo Ducale, con il Living Theatre di Julian Beck”.

Sotto la guida del moderatore Antonio Maria Luzi, aprirà l’incontro Sergio Petrelli con la testimonianza dell’evento del Living Theatre di Julian Beck, tenutosi a Urbino nel maggio 1968, al quale erano presenti tutti e due i relatori. Seguirà un excursus sul 68’, dalla nascita del movimento alle conseguenze che ne sono scaturite, per continuare con una panoramica su ciò che vuol dire oggi il “sessantotto” e su come vanno interpretate certe prese di posizione di Carlo Bo e di don Italo Mancini. Concluderà l’incontro l’intervento di Sergio Petrelli che racconterà in generale il 68’ a Urbino, nell’Università, nei colleghi universitari e nelle mense studentesche.

Ricco di eventi il pomeriggio di sabato 20 prevede anche la premiazione dei vincitori del Premio G.B. Salvi 68° edizione e la presentazione del Catalogo relativo alla Rassegna 2018. Diverse sezioni animano la Rassegna che prevede: Il Premio riservato a giovani artisti under 35 operanti nel territorio italiano; Il Premio Piccola Europa, riservato a invito, a giovani artisti delle Accademie Europee.