Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Raddoppio ferroviario e viabilità nelle aree interne, questi i temi al centro dell’incontro fra il sindaco di Genga e il Segretario CNA

Marco Filipponi e Danilo Silvi hanno fatto il punto della situazione su alcune problematiche di particolare interesse

Danilo Silvi e Marco Filipponi

GENGA – Raddoppio ferroviario e viabilità nelle aree interne, questi i temi al centro dell’incontro fra il sindaco di Genga, Marco Filipponi, e il Segretario CNA di Fabriano e Area Montana Marco Silvi. Sul tema del raddoppio ferroviario, dopo l’incontro con Tommaso Borri, primo cittadino di Serra San Quirico, avvenuto nei giorni scorsi, la CNA ha voluto confrontarsi direttamente anche con la parte gengarina per avere un quadro maggiormente esaustivo della situazione.

Le dichiarazioni

«Filipponi ha esposto al Segretario dell’associazione di categoria i vari punti nevralgici del progetto che dovrebbe avere inizio nei primi mesi del 2023 per poi concludersi nel 2026: il nuovo doppio binario andrà a sostituire completamente il vecchio tratto che verrà così dismesso e sul quale si potrebbero dunque ipotizzare in futuro altri scenari di utilizzo. Occorre però trovare una soluzione alla fondamentale questione del ricollocamento temporaneo delle “bancarelle” del mercato al posto delle quali sorgerà la nuova stazione ferroviaria, il tema è ovviamente considerato prioritario dalla Giunta che sta lavorando e avviando tavoli di confronto per risolvere questa problematica che riguarda diverse attività lavorative del commercio locale. A lavori conclusi, l’area della Cuna che attualmente ospita biglietteria e mercato verrà completamente ridisegnata e potrà di nuovo ospitare il mercato anche in una struttura coperta su modello di un moderno centro commerciale», si legge nella nota. Il Sindaco Filipponi ha poi informato Silvi sugli ultimi sviluppi relativi al viadotto Mariani sulla SS76, tratto che ha visto il completo blocco dei lavori a causa del ritrovamento dei fusti di cromo esavalente. Il primo cittadino ha confermato la possibilità annunciata da ANAS di attuare un nuovo cronoprogramma che permetta la conclusione dei lavori entro il 31 dicembre attraverso una messa in sicurezza provvisoria, sottolineando però che, in ogni caso, si debba poi procedere urgentemente con le operazioni di bonifica del territorio interessato. In ultimo si è affrontata la questione relativa alla sicurezza della strada che attraversa la gola di Frasassi, tratto che anche negli scorsi mesi ha continuato a subire chiusure dovute ad alcune frane. In questo senso il Sindaco ha rimarcato la necessità di accelerare i tempi dei lavori della messa in sicurezza definitiva, a maggior ragione in considerazione dei flussi turistici in costante aumento nell’area. «Le questioni infrastrutturali che in questo momento il Comune di Genga sta affrontando sono assolutamente decisive per lo sviluppo futuro dell’area interna e in questo senso accolgo con grande favore la piena disponibilità del Sindaco Filipponi in questa importante occasione di confronto e aggiornamento. Ovviamente come CNA auspichiamo che in brevissimo tempo si possa trovare una soluzione utile per il ricollocamento temporaneo del mercato sito attualmente nell’area della Cuna, riteniamo questo aspetto una priorità assoluta e siamo pienamente disponibili ad ulteriori e immediati confronti anche con le altre categorie che possano favorire l’individuazione di una sede alternativa idonea, non possiamo assolutamente permetterci di mettere a rischio le attività imprenditoriali interessate. Il progetto del raddoppio ferroviario, la questione del viadotto Mariani e la messa in sicurezza della strada della Gola di Frasassi sono temi sui quali la nostra associazione di categoria continua e continuerà ad interessarsi da vicino, favorendo le necessarie interazioni tra imprenditori, istituzioni e altre categorie al fine di rimanere prontamente aggiornati su ogni possibile sviluppo», ha concluso Silvi.