Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Quadrilatero: va avanti il progetto Pedemontana delle Marche

Per il primo stralcio Fabriano-Cerreto D’Esi, la cui realizzazione attualmente è al 65%, si prevede la conclusione dei lavori per la fine di quest’anno

La Pedemontana delle Marche

FABRIANO – Approvata la perizia di variante del secondo stralcio della Pedemontana delle Marche, i cui lavori di realizzazione del tratto da Cerreto d’Esi a Matelica Nord sono in corso. Per il primo stralcio, invece, Fabriano-Cerreto D’Esi, la cui realizzazione attualmente è al 65%, si prevede la conclusione dei lavori per la fine di quest’anno. Queste le ultime notizie scaturite dal CdA della Quadrilatero Marche-Umbria Spa.

Eppur si muove, verrebbe da dire. Il riferimento è al progetto Quadrilatero che, nella sua veste iniziale, doveva essere completato da tempo. E, invece, per colpa di notevoli vicissitudini economiche-finanziarie, i lavori sono ancora in corso. Entro il 10 agosto massimo dovrebbe essere completato un ulteriore tratto di raddoppio della SS. 76, Borgo Tufico-Genga, circa tre chilometri. Il termine ultimo per la fine dell’opera è stato fissato entro il primo semestre del 2021.

Poi c’è la questione legata alla realizzazione della Pedemontana delle Marche, Fabriano-Muccia, complessivamente quattro stralci. Il primo, Fabriano-Cerreto D’Esi sarà terminato entro fine anno. Il secondo, Cerreto d’Esi-Matelica Nord, entro febbraio 2022. Questo il nuovo timing a seguito dell’approvazione della perizia di variante avvenuta nel corso dell’ultimo CdA della Quadrilatero. Nella variante sono state accolte anche le richieste del Comune di Matelica. Sono stati anche consegnati i progetti esecutivi del terzo e quarto stralcio, da Matelica a Muccia. Dopo le necessarie istruttorie e la conseguente approvazione, l’obiettivo è consegnare i lavori anche di questi stralci entro fine anno. Per i tempi di realizzazione, invece, ancora di fatto non è possibile ipotizzarli.

Un cantiere infinito, quello della Quadrilatero, maxi lotto n. 2, che continua a creare disagi notevoli per la mobilità di persone e merci. Non ultima l’ennesima deviazione che riguarda il tratto compreso fra Cancelli di Fabriano e il nuovo svincolo di Fossato di Vico, dove il transito dei veicoli è vietato a eccezione dei mezzi della ditta impegnata nei lavori fino al prossimo 10 agosto per permettere il rifacimento della pavimentazione stradale. Le promesse tante, i crono-programma anche di più. Si spera, finalmente, che non debbano esserci più aggiornamenti per quel che riguarda il raddoppio della SS. 76 da Fabriano a Serra San Quirico e che il termine ultimo del primo semestre del 2021 sia rispettato.