Quadrilatero: i lavoratori hanno eletto le Rsu. Procede il cantiere di Fabriano

Buon risultato della Fillea-Cgil che porta a casa il 44 per cento dei consensi. Le lavorazioni vanno avanti, ma aleggia sempre lo spettro della procedura concorsuale che riguarda il contraente generale, Astaldi, del maxi lotto n. 2

I cantieri del progetto Quadrilatero

FABRIANO – Progetto Quadrilatero, tempo di votazioni fra i lavoratori. Buon risultato della Fillea-Cgil che porta a casa il 44 per cento dei consensi. Le lavorazioni vanno avanti, ma aleggia sempre lo spettro della procedura concorsuale che riguarda il contraente generale, Astaldi, del maxi lotto n. 2 che prevede il raddoppio della SS. 76 tratto Fabriano-Serra San Quirico e il completamento della Pedemontana delle Marche.

Il 24 e 25 giugno alla Astaldi si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle rappresentanze sindacali unitarie. «Le votazioni hanno premiato la Fillea-Cgil Ancona con una affermazione in termini assoluti di consensi con 43 voti su 98 voti validi pari al 44%. Sottolineiamo con grande soddisfazione, la partecipazione democratica degli operai e degli impiegati della Astaldi SpA alle elezioni sindacali, infatti su 125 dipendenti hanno partecipato al voto ben 98 pari al 78,4% in termini assoluti e al 91,58% dei reali presenti in cantiere», si evidenzia in una nota del sindacato di categoria.

La Fillea-Cgil ha ottenuto un rappresentante sindacale sui tre eleggibili, riconfermando Stefano Cavalleri con 19 voti. Il secondo candidato, Giacomo Frazzetto, con 17 voti e risulta secondo votato in assoluto pur non essendo eletto.

Stefano Cavalleri

«Ci sentiamo onorati della fiducia espressa dai lavoratori e riteniamo tale risultato, frutto di lotte promosse al fianco degli stessi. In primis, sulla procedura dei licenziamenti collettivi aperta dalla Astaldi SpA nel 2018 e fatta ritirare grazie ai sacrifici dei dipendenti che sono scesi in strada insieme a noi per manifestare il loro diritto al lavoro e bloccando la SS 76. In seconda battuta, durante il periodo, non ancora concluso purtroppo, del problema economico finanziario della Astaldi SpA che ha portato al blocco totale del cantiere per gli ultimi mesi del 2018 e i primi del 2019».

Ora, le lavorazioni sono ripartite e prova ne è l’avvenuta perforazione della galleria delle Serre nel tratto della Pedemontana delle Marche di pochi giorni fa. Ma, «sulla continuità delle lavorazioni, aleggia però sempre la procedura concorsuale aperta dall’azienda e purtroppo a oggi ancora in fase di elaborazione. Questo crea preoccupazioni fra le maestranze e le organizzazioni sindacali. L’ottimo risultato ottenuto durante le votazioni delle Rsu aziendali in termini di consenso assoluto, ci consegna un cantiere dove le maestranze hanno condiviso e premiato l’operato della Fillea-Cgil. Questo – si conclude la nota – ci ripaga di tutto il lavoro fin qui fatto e ci regala nuova linfa per affrontare le nuove sfide che si vedono già all’orizzonte».