Quadrilatero, tra Fossato e Cancelli di Fabriano ultimi giorni di lavoro

Il cantiere lungo la SS 76 è in via di conclusione. Il transito sarà temporaneamente regolato, ma entro fine anno si circolerà in modalità definitiva. Ecco le variazioni di mobilità e un report dei lavori effettuati

Il tratto Fossato di Vico-Cancelli di Fabriano

FABRIANO – Ultimi disagi, si spera, sul tratto Fossato di vico-Cancelli di Fabriano lungo la SS 76 nell’ambito del progetto Quadrilatero, maxi-lotto n.2 che comprende anche il tratto Fabriano-Serra San Quirico.

Da giovedì 14, un lungo tratto a doppio senso di circolazione, ma da dicembre, tutto dovrebbe essere completato. Questo quanto affermato dalla Quadrilatero-Anas attraverso una nota ufficiale.

«Sulla strada statale 76 “della Val d’Esino” sono in corso le ultime fasi del cantiere per il raddoppio del tratto Fossato di Vico-Cancelli di Fabriano, lavori di completamento della direttrice Perugia-Ancona. A partire da giovedì 14 novembre il transito sarà temporaneamente regolato a doppio senso di marcia per un tratto di 5 km fino al 27 novembre e, per il restante tratto di circa 2 km, dal 27 novembre al 2 dicembre. Successivamente il transito sarà consentito in modalità definitiva sulle quattro corsie, con cantieri mobili temporanei per le attività di finitura, che si concluderanno entro dicembre».

Il tratto Fossato di Vico-Cancelli è lungo complessivamente 7,5 km. Per consentire il raddoppio a quattro corsie è stata realizzata una nuova carreggiata in affiancamento al vecchio tracciato della statale, che è stato a sua volta ammodernato. La nuova carreggiata comprende 5 gallerie, un viadotto, un’opera di scavalco della linea Ferroviaria Orte-Falconara e il nuovo svincolo di Cancelli. Tra le gallerie, lunghe complessivamente oltre 4,3 km (circa il 60% del tracciato), la più lunga è la galleria “valico di Fossato”, che misura 2,8 km e attraversa il confine umbro-marchigiano.

Una volta chiuso questo tratto, non resta che completare – finalmente – il raddoppio della SS 76, Fabriano-Serra San Quirico. Secondo l’ultimo crono-programma occorrerà attendere la fine della prossima primavera, inizio estate, per poter raggiungere comodamente Ancona senza rischiare di rimanere in coda nelle gallerie presenti. Un completamento del maxi-lotto n. 2 atteso da anni e che comprende, ma con tempi più lunghi, anche la realizzazione della Pedemontana delle Marche, Fabriano-Muccia.