Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Quadrilatero: il Comitato Indecente 76 è tornato ospite di Striscia la Notizia

Per la seconda volta il noto Tg satirico di Canale 5 ha predisposto un servizio dietro il pressing del comitato di Fabriano presieduto da Paolo Paladini

I cantieri del progetto Quadrilatero

FABRIANO – I ritardi nel completamento dell’infinito cantiere della Quadrilatero sono tornati alla ribalta nazionale. Per la seconda volta, infatti, il noto Tg satirico di Canale 5, Striscia la notizia, ha predisposto un servizio dietro il pressing del comitato di Fabriano Indecente 76 presieduto da Paolo Paladini. «È andato in onda il secondo servizio in due anni sulla situazione dei lavori della strada statale 76, nel tratto da Fabriano a Serra San Quirico. Servizio che ha avuto oltre 3mila visualizzazioni anche in rete: 12 km di raddoppio costellato da ritardi infiniti», evidenzia con soddisfazione Paladini.

La troupe di “Striscia”, in modo ironico, ma ficcante e dettagliato, ha ricordato l’odissea che sta riguardando questo tratto del progetto Quadrilatero, dopo il completamento del tratto umbro verso Perugia. «Ritardi dovuti alle difficoltà finanziarie delle ditte interessate ai lavori, pur in presenza della completa copertura economica dell’opera, e ora ulteriormente accentuati dall’ulteriore problema della bonifica dell’area ex “ponte Mariani” interessata da inquinamento da cromo esavalente. Ritardi che stanno creando danni gravissimi all’entroterra fabrianese, già colpito da una crisi economico-sociale più che decennale», ricorda il presidente del comitato di Fabriano Indecente 76.

«Prendiamo atto dell’ennesima promessa fatta dai vertici Anas-Quadrilatero che parlano del termine dei lavori per la primavera del 2021. Termine che ci sembra, anche questo come i precedenti, assai azzardato, considerata la complessità delle opere ancora da effettuare. I 2 km, sui 12 restanti, recentemente aperti a 4 corsie, sono una piccola boccata di ossigeno: ma siamo scettici su questa ennesima promessa così ravvicinata». Scetticismo aumentato dal fatto, evidente, che il tratto verso Matelica, relativo alla realizzazione della Pedemontana delle Marche Fabriano-Muccia, «sta procedendo in modo molto più spedito rispetto al completamento-lumaca del tratto Albacina-Serra San Quirico, strategicamente ben più rilevante». Il comitato di Fabriano Indecente 76 continuerà a monitorare la situazione, «invitando le Istituzioni preposte – nuova Giunta Regionale, parlamentari e Sindaci del territorio, ma anche le associazioni di categoria – a mettere fiato sul collo ad Anas-Quadrilatero, per il definitivo completamento di un’opera che sta rasentando i limiti del ridicolo», conclude Paolo Paladini.