Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Progetto Quadrilatero: le preoccupazioni per il rischio incompiuta da parte del Pd

Proposta la costituzione di una cabina di regia fra tutti, Sindaci, Parlamentari, Regione Marche, forze politiche e sociali per fare pressing sul Governo in modo tale da evitare che i lavori si interrompano definitivamente

I Lavori alla Quadrilatero fermi
I Lavori alla Quadrilatero fermi

FABRIANO – «Forte preoccupazione». Questo quanto emerso dalla riunione del comitato della zona montana del Partito Democratico in merito allo stallo del progetto Quadrilatero con il serio e concreto rischio di incompiuta per i lavori di raddoppio della SS. 76 e della Pedemontana delle Marche Fabriano-Muccia.

Alla riunione hanno partecipato tutte le sezioni – Fabriano, Cerreto D’Esi, Sassoferrato, Genga e Serra San Quirico – e i gruppi consiliari dei medesimi Comuni, con la presenza del segretario Provinciale Giancarlo Sagramola e del Coordinatore Fabrizio Giuliani e tutti i rappresentanti dei circoli hanno esternato la loro preoccupazione per il possibile blocco dei lavori.

«Le popolazioni residenti nel territorio in questi anni hanno dovuto, e ancora oggi lo fanno, sopportare enormi disagi: scomparsa di svincoli, allungamento dei tracciati, inquinamento, percorrenze triplicate per poi trovarsi ingannati e vedere, di volta in volta, allontanarsi la fine dei lavori. Pertanto il PD chiede la massima attenzione delle Istituzioni e la mobilitazione delle forze politiche e sociali», si legge nella nota.

La fine delle opere in progetto «è una priorità assoluta per tutto il comprensorio e chiediamo la costituzione di una cabina di regia fra tutti, Sindaci, Parlamentari, Regione Marche, forze politiche e sociali, il cui compito sarà quello di promuovere tutte le azioni necessarie verso il Governo e gli enti preposti perché i lavori riprendano a pieno regime e si concludano il prima possibile».

In tal senso, «tutti i nostri Gruppi Consiliari nei singoli comuni sono invitati a presentare mozioni che sollecitano i Sindaci a procedere in questa direzione. Il Partito Democratico, preoccupato per la sottovalutazione della mancata riunione del CIPE che il Governo dà al problema, provvederà a sensibilizzare il proprio Gruppo Regionale per attivare i necessari interventi politico-istituzionali per raggiungere l’obiettivo di una piena ripresa dei lavori», si conclude la nota firmata dalle sezioni di Fabriano – Cerreto D’Esi – Sassoferrato – Genga – Serra San Quirico del Partito Democratico.