Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Primo giorno di scuola a Fabriano e Sassoferrato: tutto bene, le rassicurazioni dei sindaci Santarelli e Greci

Tutto sembra essere filato liscio, anche se certamente qualcosa da migliorare esiste in termini di cattedre ancora da completare e plessi scolastici che, per questo motivo, saranno aperti a orario ridotto

Scuola Mazzini a Fabriano

FABRIANO – Primo giorno di scuola a Fabriano e Sassoferrato e non si sono registrate particolari criticità. Tutto sembra essere filato liscio, anche se certamente qualcosa da migliorare esiste in termini di cattedre ancora da completare e plessi scolastici che, per questo motivo, saranno aperti a orario ridotto.

A differenza degli anni scorsi, il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, ha preferito non recarsi in nessuna scuola per augurare il buon avvio delle lezioni. È «per tutti un inizio di anno molto impegnativo e pieno di incognite dove più degli altri anni sarà indispensabile e fondamentale il patto scuola-famiglia affinché ciascuno faccia il possibile per aiutare l’altro a svolgere il proprio compito nel migliore dei modi. Le parole d’ordine che abbiamo imparato in questi mesi, distanziamento e igiene, saranno messe alla prova e sarà compito di ciascuno di noi dimostrare responsabilità individuale che come non mai si traduce in responsabilità collettiva», scrive il Primo cittadino in un lungo post su Facebook.

«Rimangono diverse incognite che saranno risolte solo alla prova dei fatti. È difficile prevedere cosa accadrà quando si è di fronte a qualcosa che ancora non si conosce. Quello che sappiamo è che ci saranno tra gli studenti e tra professori casi di positività. È inevitabile. Ma è anche preventivabile e quindi come tale non deve allarmarci. Quella che ci aspetta è una nuova normalità, diversa da quella che conoscevamo ma con la quale dovremo fare i conti senza farci prendere dal panico e senza che singoli casi diventino paura collettiva e reazioni ingiustificate. Probabilmente verranno commessi anche errori, ma insieme riusciremo a porvi rimedio solo se ci sarà la consapevolezza che tutti, famiglie, professori, personale, Amministrazione, stanno lavorando con un obiettivo unico e comune. La comunità dovrà dimostrarsi capace di coesione e collaborazione e soprattutto non dovremo commettere lo sbaglio si scaricare responsabilità e tensione sui nostri figli che probabilmente, anzi sicuramente, saranno quelli che meglio di tutti sapranno adattarsi e comportarsi nel modo giusto», conclude.

Augurio di buon anno scolastico anche dal sindaco di Sassoferrato, Maurizio Greci. «La ripartenza dell’attività scolastica porta con sé entusiasmo, ma anche una buona dose di ansie e preoccupazioni, data la necessità di affrontare un’esperienza definitivamente inusuale. Voglio rassicurare che il raccordo tra le Istituzioni, in questi mesi, è stato costante e proficuo e i risultati, ad oggi, ci permettono una serena ripresa: i servizi scolastici connessi all’avvio delle lezioni sono stati tutti garantiti; le norme, da ultimo entrate in vigore, hanno permesso la ripresa del trasporto scolastico senza sostanziali problematiche di capienza dei mezzi, la refezione scolastica verrà avviata in attuazione delle misure di sicurezza vigenti e nel rispetto dei distanziamenti prescritti e sono stati, altresì, confermati i servizi ausiliari messi storicamente a disposizione dal Comune quali assistenza prescolastica nella scuola dell’infanzia, assistenza bordo e trasporto ai diversamente abili».

Infine, «l’auspicio che voglio rivolgere è quello di affrontare questo nuovo anno scolastico con rinnovato entusiasmo, invitando, al contempo, alla rigorosissima osservanza delle prescrizioni vigenti in ordine alle corrette modalità di svolgimento della vita in comunità e al rispetto delle regole e del prossimo che costituisce, peraltro, l’insegnamento più importante e sostanziale che la scuola intende trasmettere», conclude Greci.