Prevenzione e sostegno alla popolazione anziana di Sassoferrato, l’attività della Combriccola

Incontri nella sede del Circolo Anziani in piazza Dante, conditi con gite fuori porta, pranzi o cene per festeggiare i compleanni e altre ricorrenze: ecco le iniziative dell'associazione di volontariato in programma per questa prima parte dell'anno

Veduta del borgo di Sassoferrato
Veduta del borgo di Sassoferrato

SASSOFERRATO – Prevenzione e sostegno alla popolazione anziana di Sassoferrato. Sono questi i pilastri che animano la Combriccola, attiva nella città sentinate grazie all’operato dell’Associazione Alzheimer Marche e ai suoi collaboratori, che ha proposto incontri il secondo e il quarto lunedì del mese nella sede del Circolo Anziani di Sassoferrato in piazza Dante, conditi con gite fuori porta, pranzi o cene per festeggiare i compleanni dei partecipanti o altre ricorrenze, per tutta questa prima parte del 2019.

«Varie le mete delle uscite – spiegano le promotrici dell’iniziativa – che vengono adattate alle esigenze del gruppo: dai ristoranti del territorio alle case degli stessi anziani partecipanti. Gli incontri si svolgono il pomeriggio, seguiti sempre da un’ottima merenda e le psicologhe organizzano le attività che comprendono esercizi cognitivi studiati per l’anziano, spazi per il racconto e il ricordo, terapia occupazionale e giochi, il tutto in un clima di spensierato e libero divertimento. Ed è così che un anziano solo in casa, si ritrova ad avere un gruppo di amici, il punto forte dell’iniziativa è lo stare insieme, la realtà del gruppo infatti promuove direttamente la socializzazione che attiva a cascata altri benefici sia cognitivi (il confronto che stimola) che emotivi (creando e rafforzando i legami e migliorando il tono dell’umore) e aiuta l’anziano a mantenere le autonomie».

Il gruppo è un contesto protetto in cui i problemi, gli acciacchi, e tutto ciò che limita o affigge l’anziano, dal momento in cui viene condiviso e vissuto anche dagli altri membri, semplicemente perde importanza e diventa accettabile. Il sogno dei promotori della Combriccola è quello di portarla in tutte le case di chi si sente solo, per dimostrare che non è ancora finito il tempo di divertirsi e di essere felici. La combriccola nasce ed esiste a Senigallia, ma grazie all’Associazione Alzheimer Marche Onlus, è potuta partire anche a Sassoferrato dal febbraio di quest’anno.

Gli operatori esprimono soddisfazione e sono fortemente convinti che l’iniziativa sia di fondamentale importanza, per questo vogliono far conoscere l’attività. «Centinaia di anziani si ritrovano da soli chiusi in casa perché la modernità ha sconvolto gli schemi familiari di una volta, avviando i nuovi anziani, giorno dopo giorno, verso un contesto di isolamento sociale e in un sistema che non è più a loro portata. Queste situazioni sono sempre più frequenti anche nel nostro territorio ed è per questo che la Combriccola può rappresentare un ottimo strumento di prevenzione visto che ha come scopo quello di restituire agli anziani uno spazio e un tempo a loro dimensione in cui poter stare insieme e divertirsi».

I tre cuori pulsanti che fanno funzionare La Combriccola, emozione, cognizione e socializzazione «sono l’arma più potente per prevenire o rallentare un invecchiamento patologico in un anziano in cui il deterioramento cognitivo è assente o lieve». Quindi soddisfazione e orgoglio nelle parole del comitato locale dell’Associazione Alzheimer Marche, che con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Sassoferrato, dell’Associazione Auser, di numerosi volontari hanno reso possibile il nascere di questa importante realtà di prevenzione e sostegno nei confronti degli anziani nella cittadina sentinate.