Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano, Premio Precicchie a Greta Scarano e Il commissario Ricciardi

La manifestazione, giunta alla XXV edizione, propone tanti appuntamenti interessanti. L'attrice sarà presente al piccolo borgo per incontrare il pubblico

Il castello di Precicchie, sede del festival cinematografico

FABRIANO – Greta Scarano e “Il commissario Ricciardi” sono i vincitori del Premio della Critica Cinematografica e Televisiva Castello di Precicchie 2021. La rassegna festeggia la XXV edizione, un traguardo importante che testimonia la validità del progetto organizzato da L’Associazione Castello di Precicchie con il patrocinio della Regione Marche, del Comune di Fabriano, della Fondazione Marche Cultura, dell’Università Politecnica delle Marche e con la collaborazione di Diatech Pharmacogenetics. L’ingresso agli eventi-spettacolo, alle sole persone munite di green pass, sarà gratuito con prenotazione obbligatoria tramite EventBrite.di una delle iniziative più riuscite a Fabriano.

Greta Scarano a Precicchie

L’attenzione di quest’anno si è concentrata su una giovane attrice, Greta Scarano, consacrata dai successi ottenuti nelle serie “Il commissario Montalbano” e “Speravo de morì prima”, che bissano le sue splendide prove nel cinema, in particolare negli episodi di “Smetto quando voglio” e in “Suburra”. Greta sarà al borgo di Precicchie per incontrare il pubblico sabato 18 settembre alle 21.

Il giorno successivo, domenica 20, sempre con appuntamento serale alle 21, per parlare della serie “Il commissario Ricciardi” sono attesi numerosi ospiti: il regista Alessandro D’Alatri, le due protagoniste femminili, Serena Iansiti e Maria Vera Ratti e Adriano Falivene, indimenticato Bambinella sullo schermo. Lino Guanciale, ovvero Ricciardi, impegnato in questi giorni nelle riprese di un’altra serie tv a Trieste, parteciperà attraverso un intervento in video.

Premio Precicchie, il resto del programma

Ma l’edizione 2021 del Premio prevede anche altri momenti importanti, a cominciare da domani, venerdì 17 settembre alle 21, da un incontro a più voci su Cinema, musica & parole, che intende essere una riflessione sulle diverse modalità della comunicazione. Partecipano all’appuntamento la psicologa Margherita Carlini, la scrittrice e sceneggiatrice Monica Rametta, il violinista e compositore Marco Santini e lo scrittore Simone Tempia. Quest’ultimo, sabato alle 19, sarà protagonista di un altro incontro per presentare il suo ultimo libro “Storie per genitori appena nati”.

Infine, per celebrare la ricorrenza dei venticinque anni del premio, nella giornata conclusiva domenica alle 18 la storia della manifestazione sarà ripercorsa e rievocata dai direttori artistici Franco Montini e Piero Spila, con interventi del sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli; dell’assessore alla Cultura della Regione Marche Giorgia Latini; del direttore della Fondazione Marche Cultura Ivan Antognozzi; del docente dell’Università delle Marche Rodolfo Santilocchi. Interverranno anche gli amministratori che negli anni passati hanno seguito e sostenuto il festival. Non mancheranno testimonianze e video messaggi degli artisti che sono stati ospiti del festival: Carlo Verdone, Leo Gullotta, Stefania Rocca, Elena Sofia Ricci, Giulio Scarpati, Sabrina Paravicini e tanti altri ancora.