Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Ponte la Spina a Fabriano: raccolta firme dei residenti

Gli abitanti della piccola località hanno raccolto 185 firme che hanno già depositato all’ufficio Protocollo del Comune. Obiettivo: chiedere l’installazione di dossi artificiali per indurre gli automobilisti a moderare la velocità

I residenti di Ponte la Spina alzano la voce

FABRIANO – Alta velocità e rischio di incidenti e investimento di pedoni. I residenti di Ponte la Spina a Fabriano, tornano a far sentire la propria voce, anche promuovendo una raccolta firme.

Nel corso degli ultimi mesi, non sono mancate notizie – purtroppo – legate a investimenti di pedoni in più punti della città. Molte volte, dietro questi incidenti, si nasconde l’alta velocità. Per evitare tutto ciò, i residenti di Ponte La Spina, nei pressi di Melano, chiedono l’installazione di dossi artificiali lungo la provinciale che collega Fabriano a Sassoferrato.

«Qui le auto sfrecciano giorno e notte, la tratta è pericolosa. Sono stati investiti anche animali e la sicurezza è messa a rischio». Non solo proteste, ma anche un’azione concreta. Gli abitanti della piccola località di Fabriano, infatti, hanno raccolto 185 firme che hanno già depositato all’ufficio Protocollo del Comune di Fabriano, per chiedere, appunto, l’installazione di dossi artificiali che possano indurre gli automobilisti a moderare la velocità.

«Negli ultimi tempi, si è proceduto con l’asfaltatura della strada e, ora, chiediamo con estrema urgenza di provvedere a un rallentamento di velocità per tutti i mezzi che passano, in entrambe le direzioni, perché i due semafori lampeggianti collocati non sono risultati efficaci. Le auto, infatti, circolano a forte velocità e l’uscita dei mezzi dalle proprie abitazioni è sempre più pericolosa».

A Ponte La Spina c’è anche un piccolo ufficio postale e il passaggio pedonale, in un lato, non ha il marciapiede. Dunque, il rischio sicurezza è alto. «Un problema non solo per le persone, ma anche per gli animali. Sono tanti, infatti, i cani e i gatti che sono finiti, purtroppo, sotto le auto e che sono morti». Si chiede, quindi, di correre ai ripari onde evitare situazioni particolari, si legga incidenti, che oltre a coinvolgere le automobili, rischiano di vedere compromessa l’incolumità delle persone.