Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Fabriano: interpellanza non ammessa perché discussa su Facebook, è polemica

La presidente dell'assise civica, Giuseppina Tobaldi, ha deciso di non ammettere l'interrogazione di Andrea Giombi, Fabriano Progressista, perché il sindaco ha già risposto sul noto social media. Una decisione singolare destinata ad avere ripercussioni. Probabile il ricorso al Prefetto di Ancona

Andrea Giombi, capogruppo di Fabriano Progressista
Andrea Giombi, capogruppo di Fabriano Progressista

FABRIANO – L’interpellanza del consigliere di opposizione, scritta a mano, non sarà inserita nell’ordine del giorno del consiglio comunale di Fabriano perché già discussa su Facebook. Si scatena una bufera politica. Probabile ricorso al Prefetto di Ancona.

Una decisione singolare destinata a suscitare un vespaio di polemiche. Il consigliere comunale di opposizione, Fabriano Progressista, Andrea Giombi, ha depositato un’interpellanza, scritta a mano, con la quale si chiede di fare il possibile per salvaguardare la presenza dell’Agenzia delle Entrate in città, a suo dire a rischio chiusura. È Giombi stesso a rendere pubblico l’atto via social network.

La presidente del consiglio comunale di Fabriano, Giuseppina Tobaldi
La presidente del consiglio comunale di Fabriano, Giuseppina Tobaldi

A stretto giro riceve prima la reprimenda del Movimento 5 Stelle su Facebook che posta la foto dell’interpellanza scritta a mano per mostrare, a loro dire, come la forma conti più della sostanza. Quindi, è lo stesso sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, a scrivere un lungo post sulla propria pagina Facebook per rispondere all’interpellanza.

Tanto è bastato perché la presidente del consiglio comunale, la pentastellata Giuseppina Tobaldi, inviasse una mail allo stesso Giombi asserendo che l’interpellanza non sarebbe stata inserita nell’ordine del giorno dell’Assise civica, proprio perché il primo cittadino ha già risposto pubblicamente.

La replica del capogruppo di Fabriano progressista non si è fatta attendere con la promessa di rivolgersi al Prefetto di Ancona per far valere le proprie prerogative. A dargli sostegno anche gli altri gruppi di opposizione. Una situazione, dunque, che potrebbe avere ulteriori strascichi. Visto che il capogruppo di Forza Italia, Olindo Stroppa, starebbe riflettendo sulla presentazione di un’eventuale mozione di sfiducia nei confronti della Tobaldi.

Da parte loro, dal Movimento 5 Stelle di Fabriano, si prosegue sulla linea adottata, facendo notare come sia proprio l’opposizione a creare discussioni sui social network pubblicando in tempo reale gli atti che producono. Quindi, non c’è nulla di male a rispondere utilizzando il medesimo mezzo di comunicazione.