Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Un anno di Giunta pentastellata a Fabriano: il report del sindaco Gabriele Santarelli

Il Primo cittadino ha parlato di temi generali, di programmazione, ma anche delle deleghe che lo competono come le Frazioni e l'Ambiente. La soddisfazione per quanto realizzato era palpabile

L'Esecutivo di Fabriano

FABRIANO – «Scusate per il ritardo». Con questa battuta, il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, ha iniziato la conferenza stampa per il report dell’attività amministrativa della Giunta a un anno dal suo insediamento. Un momento molto atteso che ha visto tutto l’Esecutivo pentastellato schierato e pronto a illustrare obiettivi conseguiti e da conseguire nei prossimi mesi.

«L’attività di un’Amministrazione comunale, a volte, è difficile da percepire nel brevissimo periodo. Soprattutto perché noi non vogliamo fare una politica di annunci, ma all’insegna dei risultati e della concretezza. Si può avere la sensazione che siamo stati fermi un anno, ma non è così. Certamente, abbiamo pagato l’inesperienza, aspetto da noi mai nascosto, ma soprattutto dover cancellare quei pregiudizi e titubanze che c’erano nei nostri confronti. Senza stare a guardare le buche e l’erba alta, si potranno notare le collaborazioni che abbiamo implementato con Fondazione Carifac, Fondazione Aristide Merloni, Istocarta, Parco Gola della Rossa, con i comuni umbri di Gubbio e Nocera. Siamo riusciti attraverso queste sinergie a convincere le strutture regionali a collaborare con noi».

Un obiettivo già annunciato durante la campagna elettorale. «Stiamo mettendo a disposizione questo tavolo, inteso come Comune, a tutti i soggetti che lo vogliono sfruttare, accompagnandoli personalmente dalla Regione e da tutte quelle Istituzioni che possono aiutare Fabriano. Ora abbiamo un rapporto più facile con il Governo nazionale, ho personalmente il numero di molti Ministri in agenda e questi sono rapporti che possono tornarci utili», evidenzia il primo cittadino di Fabriano.

Andando nello specifico della propria attività, anche per le deleghe che lo competono, si parte con l’Ambiente. «Come sapete stiamo molto lavorando sulla tariffazione puntuale con le nuove isole ecologiche posizionate in città. I dati sono confortanti e ci saranno altri incontri pubblici per formare i cittadini a fare sempre meglio. Per il lavoro, non ci vedrete mai sbandierare salvataggi a buon mercato delle ditte locali in difficoltà. Ma stiamo lavorando per essere facilitatori e di supporto. A esempio, ho incontrato e sto intrattenendo rapporto con due aziende interessate all’acquisto della Tecnowind».

Prima di passare la parola ai vari Assessori (per scelta editoriale, pubblicheremo singoli articoli per ciascun Assessore), il sindaco di Fabriano ha voluto toccare i temi della programmazione e delle frazioni. «C’è una programmazione a valle e i risultati quelli più importanti arrivano in tempi più lunghi. Tutti gli assessori hanno partecipato a Bandi per reperire risorse e progetti concreti, gestiti da tavoli con tecnici specializzati e non da persone a caso. Tutto un percorso che ci consente di creare sistemi e non interventi spot. Per la manutenzione è in itinere, ci stiamo facendo le ossa. Per le frazioni ci siamo resi conto che non è possibile affrontare i problemi tutti insieme. Ci concentreremo punto per punto, frazione per frazione. Non interveniamo a pioggia, ma su problemi gravi. Forse qualche frazione si sentirà trascurata, ma arriveremo nel corso del mandato. Sto cercando di stimolare la nascita di un comitato locale per meglio rapportarci. Attraverso la programmazione, ci vuole tempo, ma prima o poi arriviamo».