Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Peso, Sofia Coppari strappa anche il “pass” per gli Europei Allieve

Dopo il 14.78 di domenica, la portacolori dell'Atletica Fabriano ha allungato ancora a metri 15.38. Nuovo record regionale under 18, quarta prestazione italiana di tutti i tempi di categoria

Sofia Coppari dell'Atletica Fabriano mentre si prepara al getto del peso

FABRIANO – Non si era ancora spento l’entusiasmo per il record regionale Allieve nel getto del peso (metri 14.78) firmato domenica 17 gennaio da Sofia Coppari, che la stessa sedicenne portacolori dell’Atletica Fabriano appena tre giorni dopo – mercoledì 20 gennaio – al secondo appuntamento ravvicinato stagionale ha lanciato ancora più lontano: metri 15.38, nuovo record regionale under 18 e quarta prestazione italiana di tutti i tempi in questa categoria. 

L’ulteriore, grande soddisfazione è data dal fatto che – grazie a questa eccellente misura – Sofia Coppari concretizza anche il sogno di vestire la maglia azzurra della nazionale giovanile, avendo strappato il “pass” per partecipare ai Campionati d’Europa Allieve in programma a Rieti dal 26 al 29 agosto di quest’anno (il minimo di partecipazione stabilito dalla Federazione era 14.90, letteralmente bruciato dalla fabrianese).

Il teatro della manifestazione, come sempre, è stato il Palaindoor di Ancona, che ha ospitato questi primi Meeting Nazionali del 2021. La gara di ieri, mercoledì, è stata particolarmente emozionante poiché ha visto in pedana oltre a Sofia Coppari anche la fortissima pugliese Anna Musci (Atletica Locorotondo). Uno splendido duello, dal quale sicuramente la fabrianese è stata particolarmente stimolata e i risultati ne sono la testimonianza, basti pensare che Sofia nel giro di tre giorni ha allungato la “gittata” del suo peso da 3 chilogrammi di ben 60 centimetri, al terzo tentativo. Eccellenti anche il quarto lancio (14.91) e il quinto (15.10), tutti oltre il precedente record. Prestazioni che confermano i progressi tecnici dell’Allieva allenata dall’istruttore Pino Gagliardi.

Sofia Coppari soddisfatta per il nuovo record regionale Allieve e per la qualificazione ai prossimi Europei di categoria

La pugliese Anna Musci, molto talentuosa e in questo momento anche più potente della “nostra” per struttura fisica, alla fine si è aggiudicata il “singolar duello” con la misura di metri 16.19. Ma entrambe salgono ai piani alti delle liste italiane under 18 di ogni epoca: terza la pugliese, quarta la marchigiana. 

«Sono veramente felice di questo risultato – sono state le parole di Sofia Coppari – anche perché, a soli 16 anni, un traguardo del genere è davvero molto piacevole da raggiungere». 

«Non pensavamo più di tanto a questa gara – ha poi affermato il suo allenatore, Pino Gagliardi – anzi, eravamo già con il pensiero a domenica, quando a Fermo affronteremo all’aperto le discipline del disco e del martello nel campionato regionale invernale di lanci lunghi. In quella circostanza Sofia potrà senz’altro divertirsi senza alcuna pressione agonistica, che in fondo è decisamente uno dei nostri obiettivi principali. In questa ottica, io e lei, siamo perfettamente convinti di non dover pensare a ciò che sarà, neanche ai prossimi Campionati Italiani, tanto meno Europei: piuttosto continuiamo a divertirci senza alcuna pressione».

Sofia Coppari dell’Atletica Fabriano mentre firma il record regionale al Palaindoor di Ancona (foto Fidal Marche – Stefano Carloni)

«Questa, indiscutibilmente, è la filosofia che alberga nel settore tecnico dell’Atletica Fabriano – conferma il presidente Sandro Petrucci -: per vocazione, da sempre, la nostra società ha a cuore l’attività giovanile nel senso più stretto della parola. Ci interessa ovviamente l’impegno agonistico, così come i risultati tecnici, che non ci mancano davvero, visto che ogni anno il forziere di trofei si arricchisce di titoli italiani, regionali e anche di qualche maglia azzurra, come quelle recentissime della lanciatrice Sara Zuccaro (tre volte campionessa italiana nel lancio del martello, nda) e della marciatrice Camilla Gatti. Però, è alla crescita graduale e senza scossoni di questi giovanissimi che puntiamo, convinti che sia la filosofia necessaria per farli progredire fisicamente ed agonisticamente in maniera armonica e duratura. L’allenatore di Sofia è ugualmente di questo avviso. Pino punta tantissimo sulla tecnica, ben più che sull’uso esasperato della pesistica. Ora, congratulandoci di nuovo con lui e con l’atleta, come tutti, ci auguriamo di poter vivere una stagione all’aperto finalmente libera da questo maledetto virus».