Ospedale di Fabriano senza posti di letto di medicina: Fnp e Cisl critiche

Appello ai sindaci di tutto il fabrianese perché prendano di petto la questione per il ripristino della situazione ante piano ferie estivo: «no al solito ping-pong politico sulle responsabilità»

L'ospedale Engles Profili di Fabriano
L'ospedale Engles Profili di Fabriano

FABRIANO – Posti letto non più ripristinati all’ospedale Engles Profili di Fabriano, Cisl e Fnp di Fabriano tornano all’attacco dei vertici sanitari regionali. «Esprimiamo grandissima preoccupazione in merito alla grave situazione del personale dell’Area Vasta 2 e alle decisioni prese dall’Asur, circa la mancata riapertura integrale dei servizi ospedalieri e territoriali con conseguenti disservizi per la popolazione, in particolar modo del territorio montano», scrivono in una nota i due responsabili Andrea Cocco e Gianni Pellacchia.

La delibera delle istituzioni sanitaria con la quale si stabiliscono le priorità in termini di posti letto, continua a far discutere. E’ previsto all’ospedale di Fabriano, entro il 15 ottobre prossimo, il ripristino di 12 posti letto da usare in maniera flessibile tra Otorinolaringoiatria e Ginecologia, orientativamente 8 e 4; di 25 posti letto per Chirurgia generale e Urologia; di 22 posti letto per Ortopedia e Oculistica con ripartizione orientativa 17 e 5. Per quel che riguarda Medicina, invece, permane la riduzione dei 10 posti letto.

Una situazione che viene giudicata «inaccettabile. Il diritto alla salute previsto in Costituzione viene calpestato da scelte meramente economiche, quali il taglio del costo del personale per 4.415.420 euro chiesto dall’Asur all’area Vasta 2, che mette a rischio la qualità dei servizi. Queste scelte devastanti della Regione Marche e dell’Asur sono inaccettabili», si ribadisce.

La Cisl e la Fnp di Fabriano chiedono ai Sindaci di Fabriano, Sassoferrato, Genga, Cerreto D’Esi e Serra San Quirico, visto l’incontro avvenuto nella conferenza dei Sindaci di Area Vasta 2 con la dirigenza Asur il 24 settembre scorso nella città della carta, «di farsi carico di questo serio problema evitando il solito ping-pong politico nell’attribuire le responsabilità, agendo rapidamente per il mantenimento dei servizi dell’ospedale di Fabriano, della tutela dei suoi dipendenti e salvaguardando il diritto alla salute di tutti i cittadini del territorio montano. La Cisl ed Fnp di Fabriano – conclude la nota sui problemi dell’ospedale Profili – saranno a fianco dell’Fp Sanità in tutte le iniziative che si renderanno necessarie».