Centro Pagina - cronaca e attualità

Fabriano

Nuovo lutto per la diocesi di Fabriano-Matelica, don Alfredo è salito al Cielo

Si è spento il parroco della Cattedrale di San Venanzio. Positivo al Coronavirus, era stato trasferito d’urgenza all’ospedale Torrette di Ancona, dove è spirato oggi, 10 aprile, intorno a mezzogiorno

Don Alfredo Zuccatosta insieme al vescovo, mons. Massara

FABRIANO – Un nuovo lutto colpisce la diocesi di Fabriano-Matelica e l’intera città della carta. Si è spento il parroco della Cattedrale di San Venanzio, don Alfredo Zuccatosta. Positivo al Coronavirus, don Alfredo era stato trasferito d’urgenza all’ospedale Torrette di Ancona dove è spirato oggi, 10 aprile, intorno a mezzogiorno.

A un mese esatto dalla morte di Don Aldo Mei, sempre a causa del Covid-19, la diocesi di Fabriano-Matelica dice addio al parroco del Duomo, don Alfredo Zuccatosta, 72 anni, ordinato sacerdote il 2 settembre 1972. A seguito della sua positività al Coronavirus, era stato ricoverato prima all’ospedale Engles Profili di Fabriano e, a seguito dell’aggravarsi del suo quadro clinico, trasferito d’urgenza al presidio ospedaliero regionale Torrette di Ancona. Parroco della Cattedrale di Fabriano dopo il pensionamento di don Aldo Mei, per oltre dieci anni, è stato fra i promotori e i fondatori del Museo Diocesano in piazza San Giovanni Paolo II. «Abbiamo perso un sacerdote che ha amato profondamente la chiesa, la Diocesi, la sua parrocchia. Molto amato dai tantissimi fedeli che ha incontrato nella sua vita. Lo ringraziamo per quello che ha fatto nel suo ministero sacerdotale. Devotissimo della Madonna del Buon Gesù, dal cielo ci proteggerà», il ricordo del vescovo, mons. Francesco Massara.

Componente della Commissione Diocesana per il Diaconato Permanente, presidente della Commissione per l’Arte Sacra e i Beni Culturali, componente di consiglio del Collegio dei Consultori, Canonico del Capitolo della Cattedrale, componente del Consiglio Presbiterale, sono solo alcuni degli incarichi ricoperti nel corso della sua vita sacerdotale. «Suonava l’organo in modo meraviglioso e le sue omelie erano sempre improntate alla Speranza, alla Carità, alla Fede, alla Risurrezione», le parole dei tanti fedeli della Cattedrale di Fabriano.  

Il feretro di don Alfredo Zuccatosta giungerà a Fabriano nella giornata di lunedì 12 aprile e sarà posizionato all’interno del Duomo cittadino. Sicuramente, tanti vorranno rendergli omaggio prima del funerale fissato per le 11 del 14 aprile a San Venanzio. I familiari chiedono per ricordare al meglio il grande cuore di don Alfredo, niente fiori, ma offerte all’Associazione Mancini e alla Casa del Clero cittadina.